AVEVA RAGIONE BRINDISITIME! SEQUESTRO ALLA SANOFI DOPO LA NOSTRA DENUNCIA

Anche se l’Arpa oggi parla di “segnalazione anonima”, in realtà la denuncia è partita proprio da Brindisitime che ha pubblicato filmato e foto della fuoriuscita di fanghi da una porta retrostante lo stabilimento Sanofi di Brindisi. Oggi, pertanto, è scattato il sequestro dell’Arpa di circa duemila metri quadrati dell’area dello stabilimento riservata al trattamento biologico di reflui. La fuoriuscita di fanghi ha interessato una vasta area attigua alla recinzione portuale e quindi si dovrà verificare quali danni ambientali sono stati provocati. L’azienda tenta di rassicurare tutti, affermando che non si registrano danni a persone o cose. Ma è evidente che non è dato sapere se il problema si è ripetuto anche in altre occasioni. Ciò che sconcerta è l’assenza in città di un effettivo sistema di allerta ambientale, visto che non esiste alcuna comunicazione ufficiale.



Top