FRATELLI D’ITALIA PUGLIA, CONGEDO: “LA REGIONE SI ATTIVI PER RESTITUIRE LA BIBLIOTECA DI BRINDISI AGLI UTENTI”

Biblioteca-Provinciale-1.jpg

Riceviamo e pubblichiamo nota di Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d’Italia Puglia e commissario federale Fratelli d’Italia provincia di Brindisi, in merito alla riapertura della biblioteca provinciale di Brindisi.

“Questa è l’amministrazione che non vuole chiudere, ma aprire gli spazi, vuole restituirli alla città”, questa la promessa fatta dal Sindaco Riccardo Rossi, subito dopo la proclamazione ufficiale dal palco di Piazza Vittoria, con riferimento alla nuova sede temporanea -nella fattispecie l’ex convento Santa Chiara- che avrebbe avuto, a suo dire, la Biblioteca Provinciale di Brindisi, in attesa del completamento dei lavori negli edifici di via Tor Pisana e Viale Commenda.

Che fine hanno fatto tutte le manifestazioni fatte prima ancora della proclamazione a Sindaco anche innanzi alla sede della Biblioteca stessa, da parte di BBC, unitamente alla CGIL ed all’Unione degli Studenti, durante le quali se ne chiedeva a gran voce la riapertura? La Regione, che nel frattempo subentrava nella competenza della biblioteca alla Provincia, stanziava quasi 3 milioni per trasformarla in un mediaporto, biblioteca di comunità, mediateca e hub della creatività; tuttavia, il tempo tecnico per per realizzare tali lavori veniva stimato in circa tre anni, motivo per il quale il nuovo Sindaco metteva a disposizione dei giovani un nuovo spazio, che a stretto giro avrebbe ospitato la Biblioteca.

Ad oggi non vi è stato alcun trasferimento di sede temporanea, così come non è dato sapere l’inizio e la fine dei lavori da intraprendere negli edifici di via Tor Pisana e viale Commenda.

Pare che i riflettori sulla vicenda Biblioteca si siano definitivamente spenti, impedendo a migliaia di studenti ed utenti di usufruire di quegli spazi, che da sempre offrivano servizi culturali, ma anche spazi di studio, di confronto e di aggregazione.

Considerato che la competenza del polo biblio-museale è passata alla Regione, chiedo che questa si attivi affinché venga restituito alla città di Brindisi quello spazio culturale fondamentale e che, nel frattempo, relazioni in sede di Consiglio sui i tempi necessari per il trasferimento di sede temporanea, sull’ inizio e fine dei lavori in oggetto e su dove i dipendenti della Biblioteca dove stanno prestando la propria attività lavorativa”.

 



Top