PROVINCIA – DOPO LA SENTENZA DEL TAR LE PRECISAZIONI DELL’AVV. TANZARELLA

Tanzarella-Domenico.jpg

Ecco la nota del Presidente f.f. della Provincia Domenico Tanzarella:

Nella giornata di ieri il TAR Puglia, I sez. di Lecce, ha adottato due sentenze consecutive nn. 1158 e 1159 emesse in ragione dei ricorsi presentati dal consigliere provinciale, Sig. C. Continelli.
Con la prima ha dichiarato improcedibile il ricorso per l’accertamento dell’obbligo di indire le elezioni del Presidente della Provincia di Brindisi in quanto non notificato, non rispettoso del relativo rito elettorale e rinunciato in sede di discussione.
Con la seconda, invece, ha annullato il mio Decreto n. 19/2018 con il quale erano state indette tali elezioni per la data del 14/10/2018, ritenendo lo stesso assumesse una dichiarazione di intenti poiché nello stesso provvedimento si specificava che la data avrebbe potuto subire variazioni al fine di raccordarsi con le elezioni da tenersi nelle altre province.
Posto che tale giudicato non è definitivo e che lo scrivente sta valutando di portare la questione all’attenzione del Consiglio di Stato, tengo a precisare alcune circostanze, alla luce anche di quanto finora emerso sugli organi di stampa.
In primo luogo, il TAR con i suoi pronunciamenti ha tacitato le pretestuose illazioni circa un’asserita carenza di potere indirizzata allo scrivente nello svolgimento del ruolo di Presidente facente funzione, in qualità di Vice Presidente.
Al riguardo, infatti, proprio il dispositivo di indizione delle elezioni rivolto direttamente allo scrivente riconosce la relativa legittimazione ad operare come Presidente facente funzione sino al perfezionamento delle operazioni elettorali, così come avvenuto regolarmente finora.
Nel merito si concorda con il TAR che la normativa elettorale relativa alle elezioni provinciali necessiti di una rivisitazione, essendosi perso ogni riferimento di contestualità di un turno unico nazionale elettorale delle province (a differenza di quanto avviene per i Comuni) da quando le stesse sono disciplinate dalla legge n. 56/2014 (C.d. Delrio).
Proprio in ragione di una non chiara normativa, lo scrivente prima di adottare il Decreto oggetto dell’impugnativa si era tutelato di ricevere un’interpretazione direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, cui quasi tutte le forze politiche avevano ritenuto di aderire.
Quindi, in conclusione, suggerisco di celebrare questa sentenza come se fosse un successo personale mentre è nient’altro che la testimonianza del caos normativo del quale la Provincia di Brindisi è purtroppo vittima.
Nei prossimi giorni convocherò una conferenza stampa per illustrare il percorso prima di tutto amministrativo e poi elettorale che sta caratterizzando il mio quotidiano e gratuito impegno alla guida dell ‘ Amministrazione Provinciale.
Come già chiarito e al fine di smentire illazioni mi sento di tranquillizzare tutti coloro che ne avessero bisogno attestando la mia esistenza in vita da Vice Presidente facente funzioni di Presidente della
Provincia di Brindisi.
Tanto si doveva per opportuna precisione nonché per verità di cronaca.
Distinti saluti.
IL PRESIDENTEf.f
Avv. Domenico Tanzarella



Top