ROTARY CLUB BRINDISI. “ECCELLENZE NEL TERRITORIO BRINDISINO: IL BAROCCO FESTIVAL LEONARDO LEO”

eccellenze-2.png

Presso l’Hotel Palazzo Virgilio, Brindisi, il Rotary Club Brindisi ha organizzato un incontro sul tema “Eccellenze nel territorio brindisino: il Barocco Festival Leonardo Leo”. È intervenuto il Maestro Cosimo Prontera, Direttore Artistico del Festival. Tantissima gente presente per un incontro che si è rivelato interessante e affascinante per la materia trattata. Il Presidente del Rotary, dott. Giuseppe Mitrotta ha dato il benvenuto ai presenti e ha parlato della scelta del Rotary di premiare uno degli avvenimenti estivi più seguiti, un Festival che richiama artisti di fama internazionale, seguito da un pubblico appassionato e in crescita continua. Obiettivo primario del Rotary, è quello di contribuire alla crescita culturale del territorio. È intervenuto, quindi, il Maestro Cosimo Prontera che ha ringraziato il Rotary per questo riconoscimento al Barocco Festival, “un prodotto della nostra terra”, conosciuto in tutto il mondo. Il Maestro riceve tantissime mail da musicisti, da ogni parte del mondo appunto, che vorrebbero venire a suonare in Puglia, in occasione del Festival. È un “prodotto” che bisogna salvaguardare, e, per questo, tutti devono impegnarsi perché il Barocco Festival, dedicato a uno dei più importanti musicisti che la storia della musica occidentale abbia avuto, Leonardo Leo, possa essere conosciuto maggiormente. Il Maestro Prontera ha, poi, fatto un excursus delle attività, le collaborazioni e tanto altro, che lo vedono impegnato in tutto il mondo. Recentemente, è stato contattato dal Conservatorio di Damasco per incominciare, con lui, una effettiva “ripresa”. Gli è stato chiesto di creare una cattedra di organo all’interno del Conservatorio. Il Maestro avrebbe sempre voluto fare qualcosa per questo popolo e, adesso, ne avrà l’opportunità. Si è definito un “operaio” della musica ed ha ricordato come i musicisti siano sempre stati considerati dei “giullari”, tanto che è stata necessaria una legge per essere chiamati artisti. Il musicista non “allieta”, il musicista deve riuscire ad emozionare. Una serata molto interessante, un vero inno alla musica con un uomo che riesce a comunicare le sue emozioni e il suo mondo. Attendiamo con ansia la il prossimo Barocco Festival 2018. Anna Consales



Top