TRUCCO E TURBANTI PER LE PAZIENTI ONCOLOGICHE NEL PROGETTO “LA FORZA E IL SORRISO” DI AIL

  • WhatsApp-Image-2018-11-07-at-11.08.27-2.jpeg
  • WhatsApp-Image-2018-11-07-at-11.08.27-1.jpeg
  • WhatsApp-Image-2018-11-07-at-11.08.27.jpeg
  • WhatsApp-Image-2018-11-07-at-11.08.28.jpeg

Gli effetti secondari delle terapie oncologiche non colpiscono solamente il fisico, ma anche l’autostima e l’immagine di sé di molte donne che affrontano il cancro. Proprio di fronte alla reazione di abbandono e sfiducia che una sua paziente manifestava rispetto agli effetti collaterali delle cure, nel 1987 un medico americano ha avuto l’intuizione di affidare la donna a un make-up artist che, con pochi semplici consigli, è riuscito a spronarla alla cura e alla valorizzazione della propria persona, stimolando in lei una nuova forza per affrontare la malattia. Da questo primo “esperimento” è nato il programma Look Good Feel Better, che organizza laboratori di bellezza gratuiti per donne in trattamento oncologico in 26 paesi nel mondo. Il progetto è attivo in Italia dal 2007, grazie all’impegno de La forza e il sorriso Onlus, progetto collettivo di responsabilità sociale del settore cosmetico nazionale patrocinato da Cosmetica Italia – associazione nazionale imprese cosmetiche. Ogni laboratorio si svolge in un’unica seduta, della durata di circa 2 ore e mezza, ed è guidato da un consulente di bellezza professionista, che svela utili segreti di make-up e insegna a ogni partecipante come valorizzare il proprio aspetto. Inoltre, i laboratori di bellezza sono accompagnati dalla presenza di uno psicologo a supporto delle partecipanti. L’iniziativa è presente in 57 strutture in tutta Italia e la Puglia, con 7 enti, è la seconda regione, dopo la Lombardia, in cui il progetto è maggiormente diffuso. Dal 2009 i laboratori di bellezza de La forza e il sorriso Onlus sono attivi anche presso la BrinAIL (Piazza Cairoli, 5) e in questa sede, questa mattina, si è tenuta una seduta con le prime donne che hanno aderito. Inoltre, al programma dedicato alla cosmesi, è stato abbinato anche un momento rivolto allo styling dei turbanti, progetto pilota che ha visto la sua prima applicazione proprio in questa occasione con dei coloratissimi turbanti donati da una brindisina all’AIL.

LE INTERVISTE CON ANNA SEGATTI PRESIDENTE DE “LAFORZA E IL SORRISO”, CARLA SERGIO PRESIDENTE SEZIONE AIL DI BRINDISI E GRAZIA BUONASORTE UNA DELLE PARTECIPANTI

 

 



Top