ANCHE NEL BRINDISINO SI FESTEGGIA LA XXX GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

Mondadori-bambini-1.jpg

Seminare il futuro nelle periferie del mondo la cura educativa di Sant’Annibale Maria Di Francia: uno sguardo retrospettivo
L’Associazione Culturale “Annibale M. Di Francia” di Francavilla Fontana, rappresentata dalla dott.ssa Cosima
Proto, e il Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico “Ettore Palumbo” di Brindisi e di Latiano, diretto dalla
prof.ssa Maria Oliva, promuovono un Convegno di studi, con riflessioni e testimonianze, in occasione del
trentennale della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (1989), mercoledì 20 novembre
2019, alle ore 9.00, a Brindisi, nell’auditorium del Liceo.
La mattinata di studi offrirà la possibilità di riflettere sui “Diritti dei bambini e degli adolescenti”, cittadini di un
mondo sempre più globalizzato e connesso, e sui principi educativi di un santo sociale che si è occupato
dell’infanzia abbandonata sin dai primi decenni del ‘900: Annibale M. Di Francia, sacerdote, pedagogista,
poeta, letterato, giornalista e fondatore.
Interverranno il dott. Ernesto Marinò, referente provinciale del Comitato Unicef, la prof.ssa Alessandra Augelli,
docente di Pedagogia Interculturale dell’Università Cattolica di Milano, P. Matteo Sanavio RCJ, Consultore
Generale per le Opere educative nel mondo.
Gli alunni delle quinte classi della sede di Latiano del Liceo delle Scienze Umane “Palumbo”, coordinati dai
docenti, prof. Carlo Ciracì, prof.ssa Elena d’Amico, prof.ssa Antonella Buongiorno e dal referente
del C.Ed.Ro (Centro Educativo Rogazionista) di Oria, lo psicologo Cesare Martella, illustreranno il loro progetto
di ricerca-azione e alternanza scuola-lavoro. Gli studenti hanno condotto delle ricerche su materiale inedito di
S. Annibale ed hanno colto la peculiarità di una pedagogia che parte dalla situazione concreta (spesso di
disagio) e dall’originale identità dell’educando, che racchiude in sé un progetto personale che va attuato nella
storia, con particolare attenzione all’educazione al lavoro ed all’ambiente. L’educatore entra in un rapporto
empatico con l’educando e quest’ultimo ha una parte attiva nella costruzione della propria identità.
Gli alunni delle terze classi del 2° I.C. di Francavilla Fontana presenteranno l’esperienza educativa di un
missionario rogazionista P. Vito Giorgio RCJ, “Ruanda 1994: diario di un genocidio” nel 25° anniversario,
ricordando che nessuno è immune dal virus del razzismo che incita ad eliminare chi diventa un problema;
dunque, non solo ricordo e memoria, ma anche monito perché non accada più, né in Ruanda né altrove. Verrà
letta l’esperienza educativa di P. Vito Giorgio RCJ, missionario, pedagogista e pianista, nel Paese dalle mille
colline.
Il giovane compositore Francesco Vitucci ha musicato “Fior di Gratitudine” un sonetto composto da S.
Annibale, realizzando un inno che verrà eseguito da Benedetta Matarrelli, pianista, e Rosa Angela Alberga,
soprano.
E’ prevista la presenza dell’Arcivescovo di Brindisi-Ostuni, S.E.R. Mons. Domenico Caliandro e di P. Bruno
Rampazzo RCJ e M. Teolinda Salemi FDZ, Superiori Generali delle Congregazioni fondate da S. Annibale.
Il Convegno, oltre al patrocinio morale della Città e Provincia di Brindisi e della Regione Puglia, ha il patrocinio
ANPE (Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani), membro fondatore della FEPP (Federazione Europea dei
Professionisti della Pedagogia) e dell’APEI ( Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani).









Top