BENVENUTI NELL’INFERNO DELL’ANAGRAFE DEL COMUNE – 50.000 EURO SPESI PER LAVORI INESISTENTI

  • comune-umido-1.jpg
  • comune-umido-2.jpg
  • comune-umido-3.jpg
  • comune-umido-4.jpg

50.000 euro spesi per effettuare interventi di manutenzione straordinaria nei locali che ospitano l’ufficio anagrafe del Comune di Brindisi. Il risultato è pessimo, a dimostrazione del fatto che i lavori, anche questa volta, sono statti eseguiti malissimo e per giunta senza nessun controllo. E non è tutto! Da un anno è rotta la caldaia del gas e quindi i dipendenti stanno al freddo e non usufruiscono di acqua calda. Il tutto, nonostante sia stata coinvolta la struttura dello Spesal che, a dire il vero, non pare molto interressata a risolvere il problema con un intervento deciso. A denunciare questa situazione insostenibile è il segretario aziendale del sindacato autonomo CSA Pino Roma, il quale stamattina presenterà un esposto anche ai carabinieri dei Nas.

 

 









Top