BOMBA ANDROMEDA: C’E’ ATTESA PER IL PIANO DI INTERVENTO

bomba-andromeda.jpg

Per disinnescare l’ordigno bellico davanti alla multisala Andromeda di Brindisi, rinvenuto il 2 novembre durante lavori di scavo, potrebbero essere necessari interventi di emergenza particolarmente difficili. Ieri, una nota della prefettura, ha reso noto che è stato attivato dal Prefetto il Centro Coordinamento Soccorsi per coordinare l’intera attività, che a breve si riunirà per la definizione dei dettagli operativi, di cui verrà prontamente informata la popolazione.

Secondo i piani di intervento in casi così complessi sarebbe prevista l’evacuazione di buona parte dei quartieri nel raggio di chilometri, per circa 50mila persone, e bloccato il traffico aereo, ferroviario e stradale, oltre a una serie di misure di sicurezza durante le operazioni di rimozione e trasporto del grosso ordigno fino a una cava a Carovigno, dove verrebbe fatto brillare.

In attesa di informazioni ufficiali della Prefettura di Brindisi si invita alla calma, tutti gli aggiornamenti saranno consultabili su apposito link che verrà realizzato sul sito della Prefettura che diramerà attraverso tutti i mezzi possibili le modalità di comportamento per i cittadini.

 









Top