CHE FINE HANNO FATTO LE “LITTLE FREE LIBRARIES”?

IMG-20200704-WA0024.jpg

CHE FINE HANNO FATTO LE “LITTLE FREE LIBRARIES”?
Qualche mese fa, alcuni commercianti del centro decisero di contrastare il degrado di Piazza Cairoli, uno dei punti nevralgici della nostra città. Furono abbellite le aiuole che, fino ad allora, erano “adibite” a contenitori di cicche di sigarette ed altri rifiuti. Si pensò, inoltre, di posizionare delle piccole casette in legno, le “little free libraries”, dove ognuno poteva lasciare dei libri che, in seguito, potevano essere consultati e presi da chiunque ne avesse avuto voglia, liberamente, senza alcun obbligo, se non il consiglio di sostituirli con altri. Il “book sharing” costituisce un ottimo modo di divulgare l’importanza della lettura e della condivisione. La prima little free library è nata in America e l’idea ha trovato subito approvazione unanime, tanto che, oggi, se ne possono trovare in tutto il mondo. L’idea da cui nasce il “book crossing” o “book sharing”, è quella di prendere, scambiare, leggere un libro. Nei primi mesi tutto è andato bene e in tanti hanno usufruito di libri di vario interesse donati dai cittadini. E adesso? Cosa rimane di tutto il lavoro fatto?
“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria.” (Umberto Eco). Questa è la scritta che si trova su una delle casette, la più disastrata, ridotta ormai ad un cestino per rifiuti. Come è possibile non capire l’importanza di un bene pubblico? Perché deturpare delle casette che hanno “soltanto” il nobile scopo di incentivare la lettura? La cultura è troppo importante e non bisogna lasciarsi scoraggiare. Prima di tutto, si dovrebbero restaurare le casette e riprendere a riempirle di libri per non lasciare morire una proposta culturale così bella. Piazza Cairoli è abbellita dalla monumentale Fontana delle Ancore che, purtroppo, è spenta da tanti mesi. Facciamo rivivere una delle piazze più belle di Brindisi! Con un pò di impegno e, soprattutto, con tanta passione, ce la possiamo fare. Anna Consales









Top