CITTADINI E LAVORATORI IMMIGRATI: TUTELE E ASSISTENZA DALLA FLAI CGIL E DAL “SISTEMA SERVIZI DELLA CGIL”

cgil-flai.jpg

Gli episodi sempre più gravi accaduti in questi ultimi mesi, insieme a frequenti atteggiamenti di intolleranza razzista che sfociano a volte in veri e propri episodi di violenza, sono il termometro di un reale e crescente malessere sociale, che trova immediato riscontro in una situazione di sempre maggior incertezza e grande preoccupazione per il futuro di fasce sempre più ampie di persone. Situazione  talvolta amplificata da stampa e televisione, che disegnano gli immigrati quasi sempre come una minaccia per il sistema paese e per la civile convivenza,  utilizzata spesso dal Governo per  assumere pretestuosi provvedimenti che mirano a dividere sempre più  italiani e stranieri e a non produrre integrazione.

La perdurante e lunga crisi economica-finanziaria “globale” che il mondo sta vivendo con la paurosa crescita di spinte protezionistiche che possono sfociare nel tempo anche in atteggiamenti xenofobi, gli indiscriminati tagli allo stato sociale, la sempre minore insufficienza dei salari, accentuano le paure e le divisioni che purtroppo interessano in special modo gli strati sociali meno tutelati dal sistema.

Oggi più che mai risulta necessario che la società civile e democratica lavori affinché si mettano in campo pregnanti  politiche di integrazione che favoriscano la convivenza civile e  la solidarietà, per l’affermazione dei diritti di cittadinanza universale per tutti, italiani e migranti, se è vero come è vero che  più di quattro milioni di persone di origine straniera oggi vivono in Italia e che in gran parte con il loro lavoro contribuiscono al benessere complessivo del nostro paese.

In questo contesto si inserisce il grande lavoro svolto dalla Flai dal  Patronato Inca di Brindisi, l’Ufficio Immigrazione e tutto il Sistema dei Servizi della Cgil.

 

Il tutto trova riscontro nei dati statistici che Flai,Inca e Caaf hanno reso più volte noti e certificati dai vari Ministeri sia a livello regionale che provinciale.

Questo grazie all’impegno profuso da tutta l’organizzazione Cgil, ma soprattutto va  registrato un ampio grado di soddisfazione degli stessi immigrati che si presentano nei nostri uffici di Brindisi e della provincia, di anno in anno in numero sempre crescente che ha permesso di stabilizzare nel tempo un rapporto fiduciario con la Flai, l’ Inca, il Caaf , e con la Cgil e tutte le sue categorie.

La Flai rinnovando e confermando il suo impegno quotidiano, assieme a  tutto il sistema di tutele e servizi della Cgil, garantisce assistenza, tutela e consulenza gratuita a tutti gli immigrati e non, che quotidianamente si rivolgono e si rivolgeranno ai nostri sportelli particolarmente in questa prossima campagna di presentazione della domanda di disoccupazione agricola.

 

Mino Della Porta

Segreteria Flai Brindisi









Top