CONSORZIO ASI – “APPROVATO IL BILANCIO – UTILE FISCALE A QUOTA € 450.000”

Consorzio-ASI-17-10.jpg

“APPROVATO IL BILANCIO – UTILE FISCALE A QUOTA € 450.000”

Venerdì 25 maggio l’Assemblea dei Soci del Consorzio ASI di Brindisi ha approvato il bilancio di esercizio chiuso al 31.12.2017 .

Il Presidente Bianco esprime particolare soddisfazione per il risultato conseguito che vede la gestione caratteristica dell’Ente chiudersi con un Utile Fiscale di € 454.009 registrando una netta inversione di tendenza rispetto agli esercizi precedenti.

Il risultato positivo è stato raggiunto grazie ai maggiori ricavi conseguiti rispetto all’anno precedente, ottenuti grazie alla revisione tariffaria operata dal CdA relativa ai servizi resi, e grazie alla contestuale ma incisiva riduzione dei costi per la produzione di detti servizi.

Il risultato civilistico riporta una perdita di euro 1.297.905 che deriva esclusivamente dall’accantonamento effettuato in via prudenziale ai fondi per rischi ed oneri per un importo pari ad €1.584.707, fondi che nel loro complessivo, al 31.12.2017, raggiungono la considerevole cifra di €4.122.986.

Tale accantonamento si è ritenuto necessario in conseguenza dell’andamento altalenante e non sempre favorevole all’Ente, dei numerosi e “impegnativi” contenziosi tributari in essere, contenziosi tutti ereditati dalle precedenti gestioni.

Il Presidente Domenico Bianco, nel ribadire gli obiettivi del Cda, che si completa con la vicepresidente Sonia Rubini ed consigliere Luigi Amati, ai quali riserva una particolare ringraziamento per la dedizione e le competenze offerte alla risoluzione delle numerose problematiche affrontate nel corso dell’anno, conclude: “ Durante il nostro mandato, riteniamo di poter portare la gestione caratteristica dell’Ente, anche in termini reddituali, a risultati di assoluto e sempre maggior rilievo grazie alla costante attività di monitoraggio delle spese ed all’impegno ed ai progetti che il Cda sta ponendo in essere, progetti volti alla efficienza ed alla crescita della produttività gestionale dell’Ente. Siamo altresì impegnati a risolvere il contenzioso tributario ereditato, che ci preoccupa non poco per la sua complessità e particolare onerosità, sia accantonando risorse importanti per salvaguardare la solidità patrimoniale dell’Ente  sia ponendo in essere ogni azione utile a dimostrare il corretto comportamento tributario tenuto dal Consorzio.

In ultimo doveroso il ringraziamento per gli ottimi risultati raggiunti ai Dirigenti, a tutto il personale dell’Ente, al Collegio dei Revisori ed ai Consulenti tecnici, che con il proprio impegno hanno significativamente contribuito al conseguimento degli obiettivi. -“

 







Top