CRISI SANTA TERESA: LA NOTA DEI COBAS. LUNEDI’ ALTRA GIORNATA CAMPALE

PROV.jpg

Il Sindacato Cobas con le altre organizzazioni sindacali ha incontrato oggi, Giovedì 21 Settembre , il Presidente della Provincia di Brindisi , Maurizio Bruno , l’Amministratore della Santa Teresa , Pino Marchionna , consiglieri di maggioranza e opposizione , per essere messi a conoscenza di eventuali decisioni diverse da quelle assunte 10 giorni che parlavano di un blocco assoluto delle attività lavorative per la società in house Santa Teresa.
La burrascosa riunione di questa mattina si è conclusa quando il Presidente della Provincia , Maurizio Bruno , si è rivolto ai consiglieri di maggioranza e opposizione sostenendo che degli ultimi 2,5 milioni di euro recuperati da una ripartizione governativa nazionale vengano per 1,5 milioni di euro destinati a scuole , strade e riscaldamento.
Il rimanente 1 milione di euro vada a far scendere il disavanzo della provincia da 11 a 10 milioni di euro.
Nel caso questa proposta non venisse accettata il Presidente della Provincia di Brindisi , Maurizio Bruno , rassegnerà le dimissioni.
Bruno ha tenuto a precisare che il disavanzo della provincia non è dovuto a malagestione ma ai continui tagli realizzati del Governo alle stesse province italiane.
Appuntamento per tutti a Lunedì 25 Settembre alle ore 11,00 alla Provincia per un incontro convocato da Bruno rivolto a consiglieri regionali e parlamentari ed organizzazioni sindacali.
Il Sindacato Cobas nel caso le proposte di Bruno non trovano riscontro positivo riconferma la propria posizione con l’auspicio della massima unità sociale ed istituzionale ;l’invito rimane quello di bloccare le attività della provincia ed iniziare una protesta davanti alle scuole che rimarranno senza manutenzione e riscaldamento , sulle strade provinciali anche esse a secco di manutenzione per chissà quanto altro tempo ancora.Il tutto per far arrivare un forte grido di allarme ad un governo che dire che è stato sordo è dir poco.









Top