CRITICITA’ ARIA MONOPOLI: IL MINISTRO COSTA RISPONDE AGLI INTERROGATIVI DELLA SEN. L’ABBATE (M5S)

SERGIO-COSTA.jpg

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha garantito che gli enti interessati al controllo delle criticità insistenti nel territorio di Monopoli, dove da giorni la cittadinanza denuncia aria irrespirabile, si stanno adoperando al fine di porre in essere tutte le azioni utili.

La risposta arriva a valle di un Question time discusso, ieri, in Senato sulla qualità dell’aria a Monopoli, e presentato dalla senatrice pugliese Patty L’Abbate del M5S che ha interrogato il Ministro Sergio Costa.

“È da un po’ di tempo che Monopoli è assediata da odori pungenti e i suoi abitanti sono stanchi e preoccupati. Recentemente, hanno manifestato perplessità e preoccupazione per la loro salute e il benessere del territorio: Monopoli è anche una cittadina a vocazione turistica. Per venire incontro alle loro richieste ho sollecitato un’interrogazione al Ministro Costa portando una serie di domande al QT che ci ha dato modo di velocizzare l’analisi delle criticità” ha spiegato la senatrice che ha, innanzitutto, messo a conoscenza dei fatti il Ministero presentando questo question time.

“Ho nello specifico chiesto se al ministero risulti essere in corso l’aggiornamento del Piano Regionale della qualità dell’Aria della Regione Puglia, dove potranno essere valutate e approfondite tutte le opportune modalità di monitoraggio strutturali all’interno del territorio comunale di Monopoli. A questo il Ministro ha riposto che sono in atto tutte le attività, come rappresentato dalla Regione, di analisi e vigilanza delle criticità dell’area di Monopoli. E ha garantito di intervenire per quelle che possono essere le competenze del ministero dell’Ambiente in merito alla questione esposta” ha detto la sen. L’Abbate.

Nelle conclusioni del Ministro si legge: “Per quanto di competenza, si rassicura che il Ministero dell’ambiente continuerà a tenersi informato mediante una costante e fattiva interlocuzione con i soggetti territorialmente competenti, e continuerà a svolgere la propria attività di monitoraggio mantenendo alto il livello di attenzione sulla questione”.

“Il mio intervento – ha spiegato la senatrice – nasce dalla condivisione dei cittadini di Monopoli e delle aree circostanti. Ricordo che i venti dominanti nella zona sottopongono il centro abitato, situato a est/sud-est rispetto alla zona industriale, a una continua esposizione alle emissioni provenienti dagli impianti delle varie aziende. Sempre più spesso i cittadini lamentano e denunciano odori sgradevoli che si intensificano con particolari condizioni atmosferiche, e l’amministrazione sollecitata ha attivato un’APP al fine di effettuare un controllo e individuare la provenienza di tali episodi. Sono state inserite, anche, centraline mobili per il rilevamento della qualità dell’aria”.

“La cittadinanza richiede, comunque, a gran voce che sia effettuato un piano di monitoraggio ambientale e sanitario, che comprenda tutte le matrici ambientali” ha concluso la sen. pugliese capogruppo della Commissione Ambiente al Senato per il MoVimento 5 Stelle.









Top