DEPOSITO CATENE – L’ASS. COVOLO RECUPERA L’IDEA DEL SINDACO CONSALES

molo-carbone.jpg

Covolo: “presto avvieremo un laboratorio aperto di progettazione sull’area del Molo carbone-deposito catene in vista della partecipazione ad un bando, ne daremo adeguata pubblicità”. Lo afferma l’assessore Roberto Covolo sulla sua pagina facebook, con tanto di foto che riprendono lui ed altri componenti la Giunta Municipale durante una serie di sopralluoghi nei posti che meritano una valorizzazione.

Della restituzione alla città del Molocarbone-deposito catene se n’è parlato nel marzo del 2013 quando l’allora sindaco Mimmo Consales diede notizia pubblicamente di una proficua interlocuzione con la Marina Militare e con il Demanio per la restituzione di tutta l’area adiacente al piazzale sottostante il Monumento al Marinaio.

Colloqui che si sono protratti per mesi e che alla fine hanno determinato la effetiva consegna dell’area al Demanio (e poi al Comune) dopo che la stessa è stata liberata dalle vecchie boe e dalle catenarie presenti da decenni.

L’idea dell’ex sindaco era quella di abbattere il muro che separa quell’area dal piazzale del Monumento al Marinaio per creare un unico grande giardino pensile pubblico, al servizio della città.

Nell’ex molo carbone, tra l’altro, vi è un vecchio immobile che potrà essere utilizzato per una struttura di ristoro da porre in gara. E non è tutto: gli uffici comunali, su imput di Consales, realizzarono una scheda progettuale (che, pertanto, è già esistente presso gli uffici tecnici) per proporre all’Enel di realizzare un impianto di illuminazione artistica. L’interlocuzione con la società elettrica risultò proficua e adesso basterebbe riprendere il fascicolo per cominciare ad immaginare l’effettivo recupero di quell’area.

Ben venga, quindi, la proposta dell’assessore Covolo di reperire finanziamenti per realizzare il sogno dei brindisi, partendo da quanto è stato già fatto per ottenere la restituzione di un’area occupata dalla Marina Militare.







Top