DOPO IL “FRIDAY FOR FUTURE” A BRINDISI SONO I RAGAZZI A SCUOTERE LE COSCIENZE!

  • PULIZIA-15.jpg
  • pulizia-16.jpg
  • pulizia-11.jpg
  • pulizia-12.jpg
  • pulizia-13.jpg
  • pulizia-14.jpg

Erano 3, forse 4, e in pochi giorni sono diventati quasi 50.
Si tratta di un gruppo di ragazzi di età compresa tra i 13 e i 17 anni che dopo la manifestazione del “Friday for future” ha deciso di dare un segnale concreto di cambiamento, ripulendo alcuni angoli della città da cartacce, cicche di sigarette e rifiuti vari.
Così, ogni domenica si danno appuntamento in un quartiere diverso o in una piazza del centro storico e tra una foto, una risata e un boccone in compagnia danno lezione di civiltà a coetanei e non che, invece, ancora, restano a guardare.
“Non si tratta solo di rasettare. Lo sappiamo bene che a questo ci pensa la ditta preposta alla pulizia della città. Il nostro è un gesto di protesta, è voglia di scuotere le coscienze!”
Così ha spiegato Mattia, 15 anni, l’anima di questo movimento di giovani, quando ieri un passante ha sottolineato l’inutilità del lavoro che stavano svolgendo.
“Possibile che la gente non guardi oltre il proprio naso? – ha continuato – ci è stato chi ci ha preso in giro, chi ha addirittura disprezzato il nostro lavoro.
Noi stasera siamo stanchi morti, ma tanto tanto soddisfatti! In molti ci hanno salutati, ci hanno sorriso e fatto complimenti, per fortuna, ma vorremmo che si sapesse che non continueremo a pulire vie e strade per loro! Continueremo per chi ci ha deriso: sono loro che hanno più bisogno di noi! Vorremmo che imparassero, che capissero, che la vera rivoluzione è innanzitutto riuscire a cambiare se stessi.

Veronica D’Aprile







Top