FINAL EIGHT – PARTE MALISSIMO BRINDISI, MA ALLA FINE DEL TEMPO TORNA IN PARTITA

  • finale-1.png
  • FINALE-2.jpg

HAPPYCASA BRINDISI – UMANA VENEZIA  30 – 34

Finale di Coppa Italia a Pesaro tra la Happy Casa Brindisi e i campioni d’Italia di Venezia. Partita con tanti errori su entrambi i fronti. Le squadre sono molto stanche. Solo nel finale del primo tempo la squadra di Vitucci gioca come sa ecata on scia ao veneziani. Solito quintetto biancazzurro con Thompson, Banks, Brown, Martin e Stone. Dall’altra parte, Watt, Tonut, Chappell, Mazzone, De Nicolao.
Tanti errori in avvio di gara. Thompson non riesce a dettare i giusti ritmi. Primo canestro di Tonut al terzo minuto. Risponde Brown dall’altra parte. Allunga Venezia con tre triple. 11 a 2 per i lagunari. Time out Brindisi. Troppo nervosa la squadra biancazzurra nei primi minuti. Vitucci chiama tutti all’ordine. Esce male dal time out Brindisi, che e’ frastornata. Poi entra Zanelli in cabina di regia e va subito a canestro. Tiene lui a galla Brindisi. Ma non basta. Al primo intervallo, Venezia avanti per 18 a 8, con l’ultima tripla di Tonut. Il secondo quarto inizia nel segno di Bramos, autore della tripla del +13. Per la Happy Casa Brindisi c’e’ solo Zanelli, che appare il piu’ motivato. Sottotono Stone, Martin e Sutton. Comunque Venezia non ne approfitta totalmente e il vantaggio resta nei limiti accettabili per i pugliesi. Merito anche dei tiri liberi e dei falli che commettono i lagunari. Brindisi, sal campo, peto’, non ne imbrocca una. Banks finalmente trova la tripla che cercava. Brindisi torna in partita, grazie anche ai tanti errori degli avversari. All’intervallo lungo Venezia avanti per 34 a 30. Miglior realizzatore Banks con 13 punti.









Top