FP CGIL SU ASILO LE COCCINELLE: “PREOCCUPAZIONE PER LE LAVORATRICI”

fp-cgil.jpg

A seguito delle notizie di stampa  relative all’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari a carico dell’Amministratore di fatto di una Cooperativa Sociale che gestisce l’Asilo nido comunale “ Le Coccinelle” di Francavilla Fontana la  CGIL di Brindisi esprime seria  preoccupazione per i riflessi sul rapporto di lavoro  delle operatrici del settore.

E’ il caso di ricordare le numerose iniziative della  CGIL di Brindisi finalizzate alla  salvaguardia del servizio pubblico e alla tutela delle  educatrici a partire dalla raccolta delle firme dell’aprile 2017 finalizzata a scongiurare l’esternalizzazione del servizio.

L’iniziativa  raccolse molti consensi  nella cittadinanza, in particolare tra i genitori dei bambini che  frequentavano l’asilo nido, ma  fu sminuita dall’allora amministratore comunale  che con  specifici interventi sui social e  su un quotidiano locale difese la sua scelta.

La  protesta della CGIL si basava sulla evidente forzatura della scelta politica operata pur in presenza delle novità normative introdotte dalla legge 107/2015 e dei relativi decreti attuativi che riformando il sistema educativo per l’infanzia  aveva inteso offrire alle famiglie strutture e servizi standard conformi su tutto il territorio nazionale per avvicinare l’Italia agli standard Europei.

Inoltre, il Decreto Enti Locali, in deroga alla vigente normativa prevedeva la possibilità per i comuni di assumere personale educativo degli Asili nido.

Alla luce delle richiamate novità normative è del tutto evidente che l’esternalizzazione del servizio si pose in aperto contrasto.

I fatti oggi riportati dalla stampa locale con le implicazioni di carattere penale per l’amministratore  della Cooperativa che gestisce l’Asilo Nido Comunale richiedono  particolare attenzione e tutela per il personale  dipendente.

Pertanto la  CGIL e la  FP CGIL di Brindisi  chiedono l’impegno dell’Amministrazione Comunale  ad  una corretta applicazione delle previsioni del Codice degli appalti che all’art. 50 impone specifiche clausole sociali volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale prevedendo, altresì, l’applicazione da parte dell’aggiudicatario dei contratti collettivi di settore.

Non lasceremo soli i lavoratori.

Il Segretario Generale CGIL Brindisi                                La Segreteria Territoriale FP CGIL

Antonio Macchia                                                                    Patrizia Stella

                                                                                                                 









Top