FUNGHI TOSSICI: ATTENZIONE ALL’AMANITA OVOIDEA. NEL DUBBIO, RIVOLGETEVI AI MICOLOGI DELL’ASL

FUNGHI.jpg

Nella mattinata di oggi sono stati raccolti, nei pressi dei zone verdi del cimitero di Brindisi, dei funghi che sono stati posti al controllo dei micologi dell’ASL.
Questi ultimi hanno individuato l’ Amanita Ovoidea che si confonde con Amanita Proxima; un fungo che ha causato nella provincia di Brindisi, negli scorsi anni, sette casi d’intossicazione. Casi che si sono risolti in maniera positiva, ma che hanno dovuto far sottoporre gli intossicati a dialisi. Le condizioni ambientali attuali favoriscono la crescita di questi funghi e non di rado è facile trovare raccoglitori lungo Viale Palmiro Togliatti dove insistono alberi di pino. Proprio nei giorni scorsi si sono avuti casi di intossicazione: un giovane di Carovigno e altri di Francavilla Fontana.








Top