“IL CONTRADARIO DI BRINDISI, TRA STORIA E PAESAGGIO”: CONFERENZA, VENERDI’, A PALAZZO NERVEGNA

contrada.jpg

Venerdì 15 marzo 2019 alle ore 17, nella Sala Università di Palazzo Granafei–Nervegna (Brindisi, via Duomo 20) verrà presentato il Contradario del Comune di Brindisi, in un incontro pubblico organizzato da Italia Nostra e Società di Storia Patria per la Puglia con il patrocinio del Comune di Brindisi. L’Ufficio Toponomastica del Comune di Brindisi ha di recente realizzato il censimento e la mappatura delle contrade dell’intero territorio, un lavoro (peraltro in continuo itinere) cui va riconosciuta una valenza che trascende il mero dato tecnico. Il Contradario di Brindisi è utilissimo e di fondamentale importanza per gli scopi strettamente funzionali all’attività amministrativa dello stesso Comune (e non solo), ma al tempo stesso si offre come strumento di studio e approfondimento sulle relazioni tra l’ambito urbano e la circostante area rurale, con uno sguardo all’origine dei toponimi e alla storia dei luoghi ad essi legati. Le contrade – del nostro come di qualsiasi altro territorio – rappresentano una parte fondamentale della storia e dell’identità di una comunità, e la loro conoscenza sistematica offre anche lo spunto per una ricerca sulle trasformazioni socio-ambientali del paesaggio e sul rapporto tra la città e la campagna. Nell’incontro di venerdì 15 marzo, ai saluti istituzionali di Maria Ventricelli (Presidente della sezione di Brindisi di Italia Nostra), Mauro Masiello (Assessore ai Servizi Demografici del Comune di Brindisi) e del Sindaco Riccardo Rossi seguiranno gli interventi di:

– Pierpaolo Petrosillo (Ufficio Toponomastica del Comune di Brindisi)- “Il Contradario del Comune di Brindisi” – Domenico Saponaro (Italia Nostra) – “Le contrade e la trasformazione del paesaggio brindisino” – Giacomo Carito (Società di Storia Patria per la Puglia) – “Le contrade e la storia di Brindisi. Tre casi esemplari”.



Top