ISTITUITO L’UFFICIO AMBIENTE DEL COMUNE DI FRANCAVILLA FONTANA

FRANCAVILLA-COMUNE-Castello-Imperiali.jpg

 

Istituito l’Ufficio Ambiente del Comune di Francavilla Fontana

In questi giorni si è formalmente insediato l’Ufficio Ambiente del Comune di Francavilla Fontana.

Si tratta di una importante novità per l’assetto burocratico degli uffici comunali che, dopo decenni di attesa, si dotano finalmente di una struttura organizzativa esclusivamente dedicata all’ambiente.

La creazione di questo Ufficio non comporta costi aggiuntivi per l’Ente.

Lo staff si occuperà della gestione delle questioni ambientali, dei rapporti con la società che eroga il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, della bonifica della discarica di Feudo Inferiore, di consulenza alla cittadinanza e del monitoraggio del territorio, in particolare contro l’abbandono illecito di immondizia.

Posto gerarchicamente sotto la dirigenza dell’Ing. Rosabianca Morleo, l’Ufficio è composto da un istruttore amministrativo, da un vigile ambientale e dal DEC (direttore dell’esecuzione del contratto per il servizio di raccolta rifiuti ed igiene urbana).

La creazione di questo Ufficio era tra gli obiettivi strategici dell’Amministrazione Comunale per affrontare le criticità legate alla tutela del territorio.

In particolare, la presenza del vigile ambientale consentirà di svolgere quotidianamente una serie di controlli e segnalare tempestivamente anomalie, disfunzioni nel sistema di raccolta dei rifiuti, abbandoni indiscriminati e comportamenti errati da parte dei cittadini.

Nelle scorse ore l’Ufficio ha dato il via libera alla riattivazione delle foto trappole per contrastare con ancora più decisione la pratica dell’abbandono di rifiuti nell’agro cittadino.

Proprio su questo tema, nella serata di giovedì 10 settembre, il Sindaco Antonello Denuzzo ha sporto una denuncia contro ignoti ipotizzando di essere di fronte non a singoli e occasionali episodi di abbandono da parte di privati cittadini, ma a più gravi condotte poste in essere nell’ambito di una vera e propria attività non autorizzata di gestione di rifiuti poi lasciati in Città e nell’agro.

 









Top