L’ADOC: SI ISTITUISCA UNA CLASSE DI SCUOLA PRIMARIA A LA ROSA

Parrocchia-rione-la-rosa.jpg

Ecco la lettera dell’Adoc per chiedere una classe di scuola primaria nel quartiere La Rosa:

 

Al Dirigente

Prof.ssa Giuseppina Lotito

 

Ufficio scolastico provinciale

 

Brindisi

 

uspbr@postacert.istruzione.it

 

Al Dirigente scolastico

Prof.ssa Maria Luisa De Benedetto

 

Comprensivo centro 1

 

Brindisi

 

bric81400q@pec.istruzione.it

 

p.c. A S.E. Il Prefetto

Dott. Umberto Guidato

 

Ufficio territoriale del governo

 

Brindisi

 

gabinetto.prefbr@pec.interno.it

 

p.c. Al Sindaco

Ing. Riccardo Rossi

 

Comune di Brindisi

 

ufficioprotocollo@pec.comune.brindisi.it

 

p.c. Agli Organi di informazione

 

Oggetto: Richiesta autorizzazione formazione prima classe presso “Scuola primaria” La Rosa Comprensivo Centro 1

 

Con la presente per rappresentarVi le legittime aspettative delle famiglie residenti nel quartiere La rosa di Brindisi inerenti la richiesta di attivazione di una prima classe di scuola primaria nel plesso di Via dei Salici appartenente al Comprensivo Centro 1 già ospitante le classi della scuola dell’infanzia ed alcune classi della primaria: una seconda ed una quarta. La richiesta parte dal presupposto che ad oggi è stata preclusa alle famiglie l’iscrizione dei propri figli al primo anno della scuola primaria. Si fa presente che sono circa una decina, al momento, le famiglie con bambini che hanno la necessità di iscrivere i propri figli al primo anno della scuola primaria nel proprio quartiere di residenza. Un diritto oltre che una necessità dettata dai disagi nel dover affrontare lunghi peregrinaggi nei vari quartieri alla ricerca di soluzioni alternative, con costi da sostenere, dispendio di tempo con l’aggravante, per alcuni, di non disporre di mezzi per gli spostamenti. La scelta, inoltre, di strutture scolastiche in quartieri limitrofi oltre a rappresentare le difficoltà di cui sopra non garantirebbe l’attività scolastica in presenza per l’intera settimana creando ulteriore disagio specie per i nuclei famigliari che vedono impegnati entrambi i genitori in attività lavorative. Per le motivazioni sopra espresse confidiamo in un accoglimento delle richieste avanzate dai cittadini residenti nel quartiere.

 

In attesa di riscontro, inviamo cordiali saluti.

 

 

Il Presidente provinciale

Zippo Giuseppe

 









Top