LO MARTIRE: CI PENSINO I BRINDISINI A SALVARE LA CITTA’, DESTINANDO IL 5X1000 AL COMUNE

lomartire-2.jpg

CI PENSINO I BRINDISINI A SALVARE LA CITTA’, DESTINANDO IL 5X1000 AL COMUNE

Forse non tutti sanno che nella dichiarazione dei redditi è possibile indirizzare il 5 per mille ad enti impegnati nel sociali e tra questi anche i comuni di residenza.

Praticamente noi brindisini possiamo scegliere, in sede di compilazione delle nostre denunce dei redditi, di destinare il 5 per mille dell’IRPEF al nostro Comune, che deve impiegare queste risorse per lo svolgimento di attività sociali.

Questa scelta non si sostituisce a quella della destinazione dell’8 per mille dell’Irpef allo Stato o alla Chiesa cattolica o ad altre confessioni religiose: è semplicemente aggiuntiva e serve ad aiutare il Comune.

Ora, poiché il Comune siamo noi e se abbiamo la possibilità di aiutarlo per essere più vicino ai suoi cittadini più bisognosi e meno fortunati utilizzando queste risorse in progetti nel sociale, a favore di anziani, minori e famiglie in difficoltà, perché non farlo?

E’ però una facoltà praticamente sconosciuta, se è vero come è vero che al Comune di Brindisi nell’anno 2020 è stata accreditata la somma di soli 7.355,00 euro, nel 2019 di €. 8.045,00 e nel 2018 di €. 6.497,00.

Se pensiamo che la somma dei redditi Irpef del Comune di Brindisi è intorno al miliardo di Euro (nel 2015 pari ad €. 1.000.291.384 e nel 2016 €. 990.573.334) comprendiamo come il Comune potrebbe solo a tale titolo incassare ingenti somme da destinare ad attività sociali.

Dio solo sa se a Brindisi ne abbiamo bisogno: Genova, ad esempio, con i soldi ricevuti dai propri cittadini ha finanziato nel 2017 il trasporto e l’accompagnamento alle persone disabili e Taranto ha concesso altri vantaggi ai propri cittadini.

E’ d’uopo, quindi, un suggerimento al Sindaco: utilizzi tutto quanto a sua disposizione (in primis l’ufficio stampa) per pubblicizzare in ogni maniera la facoltà riconosciuta ai cittadini.

Signor Sindaco, una buona idea è tale a prescindere: niente può andare tralasciato per dare un aiuto concreto alle fasce più deboli, oggi ancor più gravemente colpite !

avv. Carmela Lo Martire

 

 









Top