MORTALE SULLA BRINDISI-LECCE: IL CARABINIERE CHE VIAGGIAVA UBRIACO E CONTROMANO HA PATTEGGIATO

incidente-379.jpg

Era l’alba del 12 ottobre scorso quando sulla Statale 613 Lecce-Brindisi un’auto, allo svincolo per Surbo, prende a percorrere diversi chilometri contromano sino a quando non si schianta contro un’altra vettura che viaggiava regolarmente in direzione Brindisi. Il bilancio fu di un morto e due feriti. A provocare l’incidente era stato un carabiniere brindisino della forestale, che aveva imboccato male la statale in preda all’alcol, come si scoprì poi dai test.

Ora l’uomo, Giuseppe Calianno, 34enne di Brindisi di stanza presso il corpo forestale in Basilicata, reo di aver provocato l’incidente, ha patteggiato una pena di quattro anni
Il carabiniere era alla guida della sua Bmw quando ha impattato con una Renaul Clio con a bordo Desiderio Serio di 59 anni di San Donaci e un suo amico di 47 anni che stavano rientrando da Lecce. Per Serio non ci fu nulla da fare, mentre l’altro passeggero rimase ferito.
Il Pm Giovanni Gallone dispose immediatamente per Calianno gli arresti domiciliari senza obbligo di sorveglianza. Il carabiniere 34enne è ricoverato nel reparto di ortopedia dove agenti della stradale gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare. La sua prognosi è di 30 giorni.








Top