NICCOLI (IPB) SU PRIMARIE PD: “ROSSI E LA SUA MAGGIORANZA SONO ABUSIVI. DEVONO DIMETTERSI”

Niccoli-19.jpg

Le primarie del PD hanno sancito in maniera democratica e trasparente che il candidato del Centro Sinistra alla Regione Puglia è il governatore uscente  Michele Emiliano.

 

Questo  dato merita rispetto perché scaturito da una competizione democratica all’interno del PD.

 

Michele Emiliano sarà l’avversario e non il nemico, del candidato Presidente del centro-destra e di tutte le altre forze che vorranno scendere nella competizione elettorale.

 

Questa premessa è essenziale per chiarire il rispetto che in politica bisogna avere degli avversari.

 

Diversa è l’analisi politica sul Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, il quale con un appello   pubblico invitava il popolo di sinistra ed i suoi amici a votare per il Governatore della Puglia Michele  Emiliano.

 

Il dato che è uscito dalle urne Domenica nelle elezioni primarie del PD è imbarazzante per Rossi e la sua maggioranza, Michele Emiliano ha ottenuto solo 127 voti di preferenza, gli elettori recatisi al voto in tutta la città sono stati solo 436.

 

Questo dato analizzato politicamente mette in evidenza come questo governo cittadino, se pur eletto democraticamente, risulta essere abusivo.

 

La maggioranza di sinistra che governa la città non ha più i numeri e i consensi per poter rappresentare gli elettori che un anno e mezzo fa,  hanno decretato al ballottaggio la vittoria di quella coalizione.

 

Questa maggioranza è autoreferenziata, è lontana dai cittadini, è lontana dalla città e dai suoi problemi,  è chiusa nel bunker del palazzo non avendo più nessun consenso tra la gente.

 

Continuare a governare potrebbe significare, così come per gli storici regimi comunisti, l’isolarsi sempre più dai cittadini e dalla città,per continuare a vivere nel Palazzo dorato.

 

Se esiste o se c’è ancora una dignità politica questa maggioranza e il Sindaco devono dimettersi.

 

Il risultato dopo un anno e mezzo di governo cittadino oltre agli immani danni prodotti, è disastroso visto l’esiguo numero di cittadini (127) che ha risposto all’appello del Sindaco Rossi.

 

Il  peso elettorale  e politico del Sindaco è a dir poco ridicolo ed insignificante, atteso che al suo appello al voto per Emiliano si è associato anche il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe CELLIE , in maniera scorretta visto in ruolo di imparzialità che dovrebbe ricoprire all’interno  Consiglio Comunale.

 

Ci auguriamo  che la qualità della politica e  il confronto democratico ritornino in questa città, per poter cancellare  definitivamente  l’oscurantismo di questo ultimo anno e mezzo.

 

Claudio Niccoli Segr. Prov.le Idea Per Brindisi









Top