NON RISPETTA GLI OBBLIGHI, ARRESTATO

Spina-Raffaele-classe-1988-1.jpg

I Carabinieri della Stazione di Latiano, hanno dato esecuzione all’ordinanza di sostituzione della misura coercitiva attualmente in atto dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria con quella degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Brindisi, Sezione dei Giudici per le indagini preliminari, nei riguardi di SPINA Raffaele, 30enne del luogo. Il provvedimento scaturisce a seguito del mancato rispetto degli obblighi e delle prescrizioni  impartite con provvedimento dal Giudice. L’uomo era stato arrestato in flagranza di reato nel maggio di quest’anno nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto delle violazioni inerenti le sostanze stupefacenti. Nella circostanza sottoposto a perquisizione domiciliare con l’ausilio delle unità cinofile, veniva trovato in possesso di 4,9 grammi di cocaina, contenuti in un involucro di cellophane di colore bianco custoditi su uno scaffale in ferro di uno sgabuzzino dello scantinato della villetta dei suoi genitori di cui esso ne aveva la disponibilità. Oltre alla cocaina venivano rinvenuti 35,9 grammi di marijuana, contenuti all’interno di una scatola di cartone per scarpe, occultati sotto i vestiti, su un ripiano della suddetta scaffalatura e ulteriori 14,1 grammi della medesima sostanza contenuti all’interno di un sacchetto di cellophane di colore rosso, che non sono sfuggiti al fiuto del segugio di nome “One” dei Cinofili di Modugno. Inoltre, nel corso della perquisizione è stato rinvenuto un trita erba metallico di color alluminio, comunemente noto come “grinder”, all’interno di un mobile della cucina e un sacchetto con ritagli di cellophane di forma circolare generalmente utilizzati per il confezionamento in dosi delle sostanze stupefacenti, il tuto all’interno dello sgabuzzino dove era custodita parte della droga.

Dopo la notifica dell’odierno provvedimento e l’adempimento delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.







Top