PORTO DI BRINDISI – TANZARELLA (SENSO CIVICO): OCCORRONO SCELTE CORAGGIOSE PER RILANCIARE L’INTERO COMPARTO

tanzarella-presentazione.jpg

PORTO DI BRINDISI – TANZARELLA (SENSO CIVICO): OCCORRONO SCELTE CORAGGIOSE PER RILANCIARE L’INTERO COMPARTO

Il rilancio del porto di Brindisi è un elemento fondamentale su cui scommettere per sbloccare la crisi economica ed occupazionale che attanaglia la città di Brindisi.

Il primo punto da affrontare e risolvere è quello della dotazione infrastrutturale che oggi penalizza non poco le aspettative di crescita, sia del traffico passeggeri che di quello delle merci. Occorrono altre banchine, così come bisogna realizzare strutture a terra che risultino strategiche per offrire servizi ai vettori che dovessero decidere di scegliere questo porto per sviluppare i propri traffici in Adriatico.

I nuovi accosti, così come la nuova stazione marittima, il pontile a briccole e la cassa di colmata sono solo alcuni tra i più importanti investimenti che sono al palo per imbarazzanti lungaggini burocratiche. Ci sono responsabilità da parte della locale Amministrazione Comunale, ma anche di altri livelli autorizzativi. Il che conferma la necessità di individuare percorsi più agevoli, magari anche attraverso interventi speciali finalizzati al rilancio dell’area di crisi di Brindisi. Una volta tanto, infatti, non servono solo finanziamenti (che in parte già ci sono) ma soprattutto tempi più celeri per rispondere concretamente alle esigenze di un mercato internazionale in costante evoluzione.

Un nuovo protagonismo della Regione Puglia, pertanto, risulterà fondamentale per migliorare l’interlocuzione con il Governo nazionale per pianificare la soluzione delle questioni più gravi in cui si dibatte la città di Brindisi.

Ma il problema delle infrastrutture non è l’unico da affrontare e risolvere. Una volta per tutte, infatti, sarà necessario verificare se ci sono le condizioni perché la Marina Militare sposti la sua base nella parte esterna del porto (Capo Bianco). Il che renderebbe ancora più agevole l’ingresso delle navi militari ed allo stesso tempo sbottiglierebbe la città, ricongiungendo il centro storico con i rioni Casale e Paradiso. Una idea ambiziosa su cui si è discusso in passato e che probabilmente sarebbe il caso di approfondire seriamente, nell’interesse di Brindisi e dei suoi cittadini..

 

Avv. Giuseppe Tanzarella – candidato al Consiglio regionale della Puglia per “Senso Civico”









Top