SAN PIETRO V.CO – CURSI: IL GIOCO DELLE TRE CARTE

cursi-22.jpg

Il gioco delle tre carte.

Nemmeno un bambino avrebbe creduto alle motivazioni che stavano dietro al rimpasto della Giunta Comunale.
Nel timore che l’unico destinatario della revoca delle deleghe, e cioè l’Assessore Lariccia, potesse impugnare il provvedimento, il Sindaco ha messo in scena un rimpasto generale, revocando insieme a lui anche altri due Assessori, che però ha fatto rientrare (come era facile prevedere) a distanza di pochi giorni.
Indubbia vicinanza esprimo verso l’ex Assessore per i problemi di famiglia che sta affrontando, ma sono convinta che anche lui è consapevole che le motivazioni reali della revoca risiedono in ben altre ragioni potendosi ipotizzare, alla luce della conclusione delle indagini del PM, una più verosimile formale presa di distanza del Sindaco dal capo d’accusa che ha coinvolto l’ex assessore sulla presunta corruzione elettorale (lo stesso è accusato infatti di aver promesso denaro in cambio di voti).
Non basta però mandare a casa un Assessore per dare alla cittadinanza quel senso di distacco da un sistema (presuntivamente) corrotto del quale viene accusata l’Amministrazione Rizzo, se poi proprio a capo dell’Amministrazione permangono due figure (quali il Sindaco ed il Vice Sindaco) accusate dal PM di reati altrettanto gravi rispetto a quello di cui è accusato l’ex Assessore.
Ora, sorvolando sui motivi per i quali la Vice Sindaca Giannone ha ritenuto di cedere nelle mani del Sindaco il proprio destino politico e personale, arrivando addirittura a rischiare di essere processata (e quindi condannata) pur di aiutarlo a cancellare dal computer file che riguardavano la vicenda di Fiscalità Locale, ciò che davvero interessa per il futuro politico-amministrativo di questo paese è la consapevolezza che proprio i vertici dell’Amministrazione non sono ormai più in grado di assicurare quella trasparenza che occorre per governare, essendo il loro agire quantomeno offuscato da un lecito dubbio.
Non è più tempo e modo che si giochi alle tre carte perché le carte sono ormai tutte in tavola e scoperte.
Non sono più sufficienti camouflage della Giunta per continuare a governare (perché i bubboni non possono essere più coperti da un maquillage di facciata).
E’ necessario che il Sindaco ed il Vicesindaco facciano un passo indietro lasciando ad una nuova e diversa generazione il futuro politico di questo paese.
Il Consigliere Comunale
Avv. Alessandra Cursi









Top