SMART WORKING A BRINDISI: QUALI OPPORTUNITÀ PER LA CITTÀ? 

comune-di-brindisi-concorso.jpg

SMART WORKING A BRINDISI: QUALI OPPORTUNITÀ PER LA CITTÀ?

 

Venerdì 11 settembre 2020 si terrà l’incontro con la città per presentare il progetto “Sea Working Brindisi” per rendere la città una meta ideale per gli smart workers che è stato lanciato attraverso il contest per vincere 10 giorni di vita e lavoro in barca a vela e che ha già avuto un grande successo a livello nazionale.

 

In seguito all’aumento dei lavoratori agili causato dall’emergenza Coronavirus, che rappresenta un’opportunità per le aree marginali e per il sud Italia, Brindisi si candida per intercettare una domanda di viaggiatori in forte crescita, preparandosi ad accogliere nuovi visitatori e abitanti.

 

Nasce così Sea Working Brindisi, un’iniziativa totalmente autofinanziata e resa possibile grazie ad una rete di sponsor locali e nazionali, che parte con un contest per vincere 10 giorni di vita e lavoro in barca a vela a Brindisi. La notizia è stata ripresa da alcune tra le più importanti testate nazionali e sta riscuotendo successo con centinaia di candidature.

 

L’incontro, che si terrà presso Palazzo Guerrieri a partire dalle 18:00, sarà un importante momento di condivisione degli obiettivi e del percorso partecipato che la città desidera mettere in atto. L’obiettivo sarà anche riflettere con i partecipanti su proposte, servizi ed agevolazioni utili per posizionare Brindisi come meta adatta a questo tipo di viaggiatori, e come primo modello in Italia di una iniziativa strutturata in tale direzione.

 

 

A presentare il progetto Sea Working Brindisi e i primi risultati del contest, il sindaco della città Riccardo Rossi e l’ideatrice dell’iniziativa Emma Taveri, CEO di Destination Makers.

 

“Abbiamo scelto di donare Sea Working alla città facendo seguito al percorso di valorizzazione della destinazione avviato anni fa con Brindisi is My Destination – sostiene Emma Taveri, ideatrice della campagna – Siamo entusiasti della grande visibilità che Brindisi e il progetto stanno ricevendo, e desiderosi di coinvolgere in questo percorso tutti coloro che decideranno di investire insieme a noi sulla crescita della città.”

 

A seguire ci sarà spazio per un dibattito aperto a chi vorrà contribuire a questo percorso di co-creazione della destinazione, unito alle testimonianze di alcune persone che hanno scelto Brindisi come luogo per vivere e lavorare da remoto negli ultimi mesi.

 

L’incontro è aperto a tutti ed è fissato per venerdì 11 settembre 2020, a Palazzo Guerrieri, dalle 18:00 alle 20:00.

 

 









Top