SPORT E INCLUSIONE SOCIALE, COMPETIZIONE NAZIONALE DI CANOTTAGGIO PER RAGAZZI CON PROBLEMI DELLO SPETTRO AUTISTICO. CERIMONIA DI PREMIAZIONE NEL PORTICCIOLO TURISTICO “MARINA DI BRINDISI”

canottaggio-11.jpg

SPORT E INCLUSIONE SOCIALE, COMPETIZIONE NAZIONALE DI CANOTTAGGIO PER RAGAZZI CON PROBLEMI DELLO SPETTRO AUTISTICO. CERIMONIA DI PREMIAZIONE NEL PORTICCIOLO TURISTICO “MARINA DI BRINDISI”

Il mare cura, più di qualunque medicina. Ne sono convinti i genitori dei ragazzi con problemi dello spettro autistico che questa mattina sono stati premiati dopo aver partecipato ad una competizione di canottaggio on line organizzata a livello nazionale. I ragazzi, seguiti dal presidente Elio Narcisi e dagli istruttori dell’associazione di canottaggio “Brindisi Rowing Club”, hanno mostrato grande entusiasmo nello svolgimento degli esercizi previsti, conseguendo peraltro ottimi risultati. La cerimonia si è svolta nella splendida cornice del porticciolo turistico Marina di Brindisi, struttura peraltro in fase di rilancio. Una vera e propria giornata di festa non solo per i canottieri in erba ma anche per i genitori che li hanno seguiti in questo entusiasmante percorso sportivo finalizzato all’inclusione sociale. A premiare i ragazzi e a consegnare medaglie e trofei, l’AD del Marina di Brindisi, Dario Montanaro, e Giuseppe Danese, presidente del Distretto Nautico di Puglia.









Top