TAURINO (LEGA) SCRIVE AD ANGELO MACI: HANNO PAURA DEL CAMBIAMENTO. POLEMICHE STERILI

Taurino-Paolo-11.jpg

Ecco la lettera di Paolo Taurino:

Caro Angelo,
ho letto le tue dichiarazioni su Matteo Salvini e ho letto quelle affidate ai social da chi, evidentemente, in questo week end di ferragosto ha bevuto il tuo buon vino o non ha avuto niente di meglio da fare che alimentare l’odio. All’odio, la Lega con Salvini risponde come ha sempre fatto: con l’impegno, lo stesso che tu hai dimostrato nel lavoro ogni giorno, riuscendo a far diventare Cantine due Palme, una consolidata realtà imprenditoriale, motivo di orgoglio di questa terra e dell’Italia tutta. Ne sono dimostrazione i numeri: 1.200 soci, 20 milioni di bottiglie, con l’80 per cento destinato al mercato dell’esportazione. Continua così, caro Angelo: lavoratori come te sono un esempio da seguire. Altro che boicottaggio.
Ancora una volta, purtroppo, siamo costretti a fare i conti con chi – evidentemente – ha paura del cambiamento, quello autentico, dopo anni di immobilismo. L’Italia, per anni, è rimasta nelle sabbie mobili. Ora di riscatto abbiamo bisogno tutti. E lo chiedono gli italiani: sono più del 40 per cento ormai. Probabilmente la percentuale crescerà nel tempo. Certamente a fare la differenza rispetto al passato, sono le idee che i parlamentari e gli europarlamentari della Lega stanno portando avanti. Molto è stato fatto, molto altro verrà da qui a poco nel rispetto delle diverse opinioni perché è nel confronto che vive la democrazia.
Non si colpisce una cantina, una cooperativa, un’impresa o una società per le simpatie del suo presidente anche perché la due Palme è stata sempre aperta a tutti da Alemanno a Vendola.
Se me ne darai la possibilità, mi farebbe piacere invitare i parlamentari, gli europarlamentari e i dirigenti della Lega per una visita ed una degustazione e “Un brindisi alla nuova Italia”. Avanti così, caro Angelo. Con passione, sempre. Il tuo amico Paolo.
Paolo Taurino Lega







Top