TERMINALE EDISON: SULL’ODG DI FORZA ITALIA SI FRANTUMA LA MAGGIORANZA

CONSIGLIO-22-2-21.jpg

Così come previsto, la discussione di un argomento spinoso come quello della realizzazione di un terminal GNL da parte di Edison nel porto di Brindisi ha spaccato in più parti la maggioranza su cui si regge la giunta-Rossi. All’atto del voto, infatti, l’ordine del giorno ha ottenuto 12 voti favorevoli, sei contrari (quello del sindaco Rossi e dei consiglieri di Brindisi Bene Comune) ed un astenuto. I consiglieri del PD, invece, non hanno partecipato al voto.

Ecco cosa prevede l’odg approvato in Consiglio:

IL CONSIGLIO COMUNALE

IMPEGNA il Sindaco
a favorire, per quanto di propria competenza, la realizzazione del progetto “G.N.L.” Edison S.P.A. nel porto di Brindisi e ad acquisire, contestualmente, secondo una progettualità condivisa ed infrastrutturale, il “know how” e la forza lavoro di aziende locali favorendo la possibile realizzazione della c.d. “CATENA DEL FREDDO” ovvero di altri investimenti che consentano al territorio di Brindisi un ritorno in termini di sviluppo ed occupazione; impegna il Sindaco la giunta, altresì,
a riferire al Consiglio comunale sullo stato di attuazione del procedimento autorizzativo correlato, nonché a convocare la Conferenza dei Capigruppo perché partecipino alla riunioni con i delegati di Edison Spa nelle occasioni di incontro









Top