TORCHIAROLO – CONSIGLIERI DI MINORANZA: DEGRADO URBANO E DISSERVIZI

Litorale-423.jpg

Sono giorni che riceviamo chiamate da parte di cittadini che ci segnalano disservizi nella raccolta dei rifiuti sulle marine. E’ risaputo che il periodo è interessato dalle pulizie delle case al mare e che, molto prevedibilmente, ci sia immondizia da dover portar via.
Abbiamo documentato, con foto scattate in giorni diversi, come negli stessi luoghi la situazione sia rimasta invariata e l’immondizia sia rimasta lì dov’era. Anche quando si parlava di frazione organica e di piccoli sfalci o residui di potature domestiche il disservizio è stato lo stesso.
La settimana scorsa, allertati da alcuni cittadini, abbiamo contattato l’Ufficio Tecnico, che ci aveva rassicurato dicendoci che si trattava di un temporaneo disservizio e che si sarebbe risolto il giorno dopo. Così non è stato, evidentemente.
Abbiamo raccolto delle immagini che ritraggono cigli stradali con erba alta anche più di un metro, buche non riparate (o con inutili rattoppi) transennate da settimane, ingombranti sparsi sugli incroci e sulle vie di ingresso delle marine e tanto altro.
Circa venti giorni fa, abbiamo avuto un colloquio con il responsabile della ditta incaricata alla raccolta dei rifiuti e ci disse che, sistemati gli ultimi accordi logistici con il Comune, la pulizia del territorio sarebbe stata assicurata e che, sulle marine, per recuperare i servizi non svolti prima di Pasqua, le pulizie sarebbero iniziate dieci giorni prima rispetto a quanto previsto.
Siamo al 29 Maggio e questo è quello che proponiamo a turisti e villeggianti. Siamo stanchi, come cittadini, prima, e come amministratori, poi, di sentire sempre le solite scuse che parlano di disservizi momentanei e di tentativi improvvisati di correre ai ripari.
Ricordiamo che il Comune ha pensato di rivolgersi ad una ditta specializzata, per redigere un piano tecnico-economico del servizio di raccolta rifiuti e che questo ci è costato diverse migliaia di euro.
Ricordiamo ancora che la ditta incaricata ha accettato quel piano ed è vincolata a quanto dal piano stesso previsto.
Ricordiamo altresì che c’è un DEC (un supervisore) per il servizio, un Ufficio Tecnico, un Assessore ed un’intera squadra di Consiglieri di Maggioranza che, prima di noi, dovrebbero vigilare sull’efficacia degli interventi e sui tempi di realizzazione. Lo dovrebbero fare senza aspettare le lamentele dei cittadini ed i solleciti dei gruppi di Minoranza.
La maggior parte di loro ha uno stipendio che giustifica questo impegno nei confronti dei cittadini, dei turisti, degli imprenditori, che investono (con tanto coraggio, bisogna ammetterlo) sul nostro territorio e che non hanno i servizi base.
I Consiglieri Comunali di Minoranza
Ruggero Blasi, Luca Romano, Antonio Caretto e Antonio Antonucci








Top