TUBO DI PLASTICA NELL’ADDOME: ASSOLTI PERCHE’ IL FATTO NON SUSSISTE 5 MEDICI DEL “CAMBERLINGO”

ospedale-Francavilla.jpg

Fine di una autentica odissea per cinque medici dell’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana, coinvolti in un processo per la korte di un uomo di 67 anni nel cui addome fu rinvenuto un tubicino di plastica (utilizzato per il drenaggio) dopo aver subito due interventi. Oggi il Tribunale di Brindisi ha assolto “perché il fatto non sussiste” i medici Vincenzo Della Corte, Rocco Montinaro, Alessandro Perrone, Domenico Lamacchia e Cosmiana Galizia.

Erano accusati di omicidio colposo a seguito di una denuncia dei sanitari dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna dove il 67enne era deceduto nel 2011. In questi anni gli imputati, difesi dagli avvocati Stefano Bellini, Antonio Andrisano e Vittoriano Bruno, hanno tentato di dimostrare la loro estraneità rispetto alle cause che hanno determinato il decesso del paziente. tesi evidentemente condivisa dal Tribunale che in data odierna ha emeso una sentenza di assoluzione.

Per saperne di più sarà necessario attendere le motivazioni della stessa sentenza che verranno depositate entro novanta giorni.









Top