UNISALENTO IN VISITA ALLE BASI ONU DI BRINDISI

UniSalento_ONU06.jpg

«Un incontro molto proficuo e coinvolgente che ci ha consentito di porre le basi per una collaborazione di lungo corso su temi di comune interesse». Il Rettore dell’ Università del Salento Fabio Pollice commenta così la visita di questa mattina presso la Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite ( UNHRD) e la United Nations General Service Centre ( UNGSC) di Brindisi: «Nodi strategici di reti globali, le basi costituiscono una risorsa-chiave per il territorio e la sua internazionalizzazione», dice il Rettore, «all’Università il compito di costruire con esse un rapporto di reciprocità che ne valorizzi il potenziale propulsivo».

Parlando del rapporto di reciprocità che può instaurarsi tra le due istituzioni, Pollice ha voluto sottolineare che, se l’Università può contribuire ad accrescere la capacità di risposta delle basi ONU mettendo a disposizione l’ampio spettro di professionalità di cui dispone favorendo il radicamento territoriale delle basi stesse, queste ultime possono a loro volta costituire un eccellente veicolo di internazionalizzazione di UniSalento, con il coinvolgimento di studenti e ricercatori cui possono offrire opportunità di professionalizzazione uniche. Allo studio iniziative congiunte sia nel campo della didattica che della ricerca. Sul piano della ricerca le collaborazioni che potranno essere attivate riguarderanno i settori dell’informatica, della logistica e della meccanica strumentale, ma anche l’ambiente e il peacekeeping, mentre sul piano della didattica si pensa già allo sviluppo di iniziative congiunte che vedano il coinvolgimento attivo degli studenti UniSalento.

Nel corso delle visite la delegazione dell’Ateneo – composta anche dai professori Susanna Cafaro, referente per i Rapporti con le basi ONU, Rosita D’Amora, delegata alla Proiezione internazionale, Luigi Patrono, delegato alle Risorse digitali, e Gianpaolo Ghiani, componente della commissione Edilizia – ha incontrato la manager della Base UNHRD, dottoressa Marta Laurienzo e la direttrice della Base UNGSC, dottoressa Giovanna Ceglie.









Top