VERTENZA BMS: CONFERMATO LO SCIOPERO PER LA PROSSIMA SETTIMANA

Multiservizi-precari-6-1.jpg

Il Sindacato Cobas conferma lo sciopero programmato per Martedì 19 Novembre per la intera giornata dei lavoratori della BMS per chiedere cambiamenti alle decisioni della Amministrazione Comunale , nonostante i gravi attacchi che stiamo subendo allo scopo di  indebolire  la protesta.

La questione BMS vogliamo racchiuderla in poche frasi.

Il Comune intende chiudere alcuni servizi e spostare i lavoratori in  altri che hanno bisogno di personale .

Quella che sembra essere una scelta giusta nella realtà potrebbe non verificarsi a causa della età elevata dei dipendenti e delle vere limitazioni mediche e soprattutto non realizzando i risultati perseguiti.

Quello di c’è bisogno è un profondo rinnovamento della platea dei lavoratori BMS; questo può avvenire  con  l’ingresso di giovani selezionati  attraverso il concorso fatto e l’accompagnamento alla pensione per una quota significativa di lavoratori.

Il tutto per poter svolgere gli affidamenti nel miglior modo possibile ed evitare le carte in tribunale a causa dei bilanci negativi.

Siamo fortemente convinti che basta attuare  la decisione  del Comune  relativa alla gestione dei parcheggi per chiudere d’ora in avanti i bilanci della società in negativo e chiudere la BMS

A questa difficile situazione , confermata dal Sindaco nella riunione di Martedì 12 Novembre con il Cobas al Comune , sembra che successivamente  qualche politico cerchi di convincere i lavoratori BMS  che il futuro è roseo e tutto va bene.

Inoltre nella stessa azienda qualcuno tenta di indebolire il fronte dei lavoratori allo scopo di   evitare lo sciopero di Martedì prossimo.

Preoccupati di ciò   abbiamo raccolto le  indicazioni che stanno girando in azienda ; queste voci  confermano in pieno le nostre preoccupazioni.

Domani mattina , Venerdì 15 Novembre ,alle ore 9,00 l’Amministratore di BMS, Giovanni Palasciano , sarà al Comune per discutere del futuro della società.

Una voce che gira in modo sempre più insistente è quella che se  la Amministrazione Comunale nella riunione domani conferma le decisioni e rese note a noi in questi giorni  la BMS si rivolgerà alla Corte dei Conti .

La BMS denuncerà alla Corte dei Conti che  di fatto è stato vanificato qualsiasi tentativo di salvataggio della società ,programmandone scientemente la chiusura.

Il Cobas invita tutti a partecipare al Corteo che partirà Martedi 19 Novembre alle ore 8,00 dalla sede di BMS su via Provinciale San Vito.









Top