AMBIENTALISTI – SUL PIANO REGOLATORE DEL PORTO VOGLIAMO CONOSCERE ELENCO PROGETTISTI

Il comunicato del sindacato confederale CGIL (del 28 maggio scorso) ha posto, tra l’altro, un
problema di trasparenza e di conoscenza riguardo l’elenco di professionisti, chiamati o scelti,
a collaborare all’elaborazione del Piano Regolatore Portuale dell’AdSPMAM. PRP che riguarda
anche le aeree portuali di Brindisi regolate da uno strumento urbanistico del 1975, di quasi
mezzo secolo fa. La Cgil chiede che venga reso pubblico l’elenco completo dei tecnici
«selezionati attraverso criteri a noi sconosciuti, riportando titolo e funzione di ciascuno,
cosa che, nonostante le richieste provenienti da più parti, anche già in sede di
presentazione, non è stata finora fatta».
Riteniamo che la trasparenza degli atti pubblici sia un dovere verso i cittadini che
favorisce e agevola, oltretutto, una partecipazione consapevole e responsabile, prevista
dalla Legge 241/90 che «al fine di assicurare la trasparenza dell’attività amministrativa e di
favorirne lo svolgimento imparziale è riconosciuto a chiunque vi abbia interesse diretto,
concreto e attuale per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti il diritto di accesso ai
documenti amministrativi».
Nella fattispecie, cioè l’elaborazione di uno strumento urbanistico importantissimo
per lo sviluppo del porto e del territorio, siamo fermamente convinti che non debba
svolgersi nella “riservatezza” ma deve utilizzare necessariamente uno degli strumenti
democratici principali: la partecipazione. Oltre a questo il Piano Regolatore Portuale
deve inevitabilmente confrontarsi e raccordarsi, soprattutto in una realtà come la
nostra, col Piano Regolatore Generale della città. Per fare ciò nei vari tavoli tecnici di
collaborazione e di elaborazione non può mancare la presenza qualificata di tecnici e
professionisti che conoscono a fondo la realtà brindisina, sia portuale sia cittadina, cosa
che auspichiamo sia avvenuta.
Ci uniamo, quindi, alla richiesta rivolta all’Autorità di Sistema Portuale MAM, chiedendo di
rendere pubblico il menzionato elenco di tecnici nelle modalità sollecitate dalla CGIL.
Inoltre ci rivolgiamo ai vari Ordini professionali di Brindisi affinché si uniscano a tale
richiesta col solo scopo di perseguire gli interessi collettivi del nostro territorio.
Forum Ambiente Salute e Sviluppo – Brindisi
Italia Nostra – Brindisi
Legambiente – Brindisi
WWF – Brindisi

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning