AMBULANTI ABUSIVI – CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE

Nel rispetto delle direttive impartite nel corso dei lavori del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al quale hanno preso parte il Sindaco della Città di Brindisi e il Comandante della Polizia Locale, il Nucleo di Polizia Amministrativa del Comando di Polizia Locale di Brindisi ha condotto negli ultimi giorni una serie di attività di controllo ispettive e di verifica rivolte, in particolare, nei confronti degli operatori economici operanti in spregio alle norme e regolamenti vigenti – che disciplinano lo svolgimento delle attività di commercio e somministrazione – con comportamenti che realizzano, peraltro, una concorrenza sleale nei confronti di coloro, la maggioranza, che opera correttamente.

Parte dei controlli ha interessato le aree mercatali, in particolare la verifica del rispetto degli spazi autorizzati e occupati da parte degli operatori economici, nonché il possesso dei titoli abilitativi. Sono stati elevati n. 19 verbali amministrativi di contestazione per violazione sia della L.R. n. 24/2015 (Codice del commercio della Regione Puglia), sia dell’art. 20 del Codice della strada, per complessivi circa 6.000,00 euro.

Nei confronti delle attività economiche di vicinato e di somministrazione di alimenti e bevande, sono stati elevati n. 5 verbali di accertamento e contestazione di violazioni amministrative ai sensi della L.R. n. 24/2015 o del T.U.L.PS per complessivi circa 18.000,00 euro.

Particolarmente corposi sono stati i controlli rivolti alle occupazioni di suolo pubblico afferenti gli esercizi pubblici di somministrazione dotati di dehors funzionali all’attività: nell’ultimo mese sono state sanzionate n. 38 attività ai sensi del Regolamento Dehor n. 47/21 e ai sensi del recente nuovo Regolamento Dehor n. 30/2022, per un importo complessivo di sanzioni pecuniarie pari a 15.800,00 euro.

Continuano, infine, i sopralluoghi e le misurazioni fonometriche messe in atto unitamente a personale di ARPA Puglia, svolti presso gli esercizi pubblici che effettuano intrattenimento musicale, oggetto di numerosi esposti pervenuti per il superamento dei limiti di emissioni acustiche e in violazione delle fasce orarie previste dall’Ordinanza sindacale n. 33 del16 giugno scorso.

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning