AQP TAGLIA L’ACQUA AD OLTRE 200 PERSONE DI VIA G. ALEANDRO AL QUARTIERE SANT’ANGELO – OGGIANO (FDI): IL SINDACO ORDINI IMMEDIATAMENTE IL RIALLACCIO

Ecco la nota di Massimiliano Oggiano:

Può l’Acquedotto Pugliese (di proprietà della Regione Puglia) privare, già due giorni, di un bene vitale, primario ed esistenziale 72 famiglie (oltre 200 persone) di via G. Aleandro al quartiere Sant’Angelo senza coinvolgere in questa gravissima decisione il proprietario degli immobili ovvero il Comune di Brindisi??? Premesso che l’acqua, come la luce o il gas sono servizi che si pagano, premesso che eventuali debiti pregressi, addirittura che partono dal 2004, dovuti alle più disparate motivazioni vanno onorati, premesso che chi vive in alloggi popolari/comunali che dire fatiscenti è un complimento notoriamente appartiene a categorie sociali per la maggior parte rientranti nella soglia di povertà, premesso che molte famiglie di via G. Aleandro hanno al proprio interno bambini, anziani e disabili, premesso che l’acqua è un bene primario inalienabile, si possono privare oltre 200 persone di questo esistenziale diritto mettendo a rischio la loro salute, l’igiene pubblica e l’ordine pubblico??? Questa volta sarò al fianco del SINDACO ROSSI a tutela di questo scempio perpetrato ai danni dei piu fragili! Gli sprechi vanno sicuramente combattuti ma non sulla pelle dei cittadini (soprattutto quelli piu fragili) che non vanno umiliati e mortificati ma aiutati a mettersi in regola! AQP iniziasse a tagliare i milioni di sprechi partendo dal proprio interno!

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning