CALCIO – IL BRINDISI AD UN PASSO DAL MIRACOLO

Il Brindisi vince 3-1 contro il Lavello e si ritrova a un passo dalla matematica salvezza. Mattatori dell’incontro gli attaccanti Badje e Lopez, autori di una straordinaria rimonta che regala tre punti fondamentali a sole tre giornate dal termine del campionato di Serie D. Nel girone H la situazione non è ancora del tutto delineata, ma per i biancazzurri sembra ormai essere scattato il countdown. Cerignola, Mariglianese e Matino sono gli ultimi tre appuntamenti prima di concludere una stagione incredibile, ricca di colpi di scena soprattutto negli ultimi tre mesi quando il Brindisi ha invertito la rotta in maniera sontuosa, ribaltando ogni aspettativa.
Mister Di Costanzo sceglie di tornare al 4-4-2 con Cavalli tra i pali, Morleo e Colaci sugli esterni con Esposito e Stranieri al centro della difesa a completare il reparto. Ancora indisponibile capitan Spinelli che lascia la fascia al braccio di Galdean, intoccabile metronomo di centrocampo al fianco di Zappacosta, l’altro centrale. Silvestro e Triarico agiscono invece larghi a supporto degli attaccanti Lopez e Badje. In panchina Meneses.
Il Lavello passa in vantaggio dopo soli cinquanta secondi di gioco con Outtara che riceve dalla destra, si libera del suo marcatore con una finta e trafigge un incolpevole Cavalli. Doccia gelata per il Brindisi che, dopo nemmeno un giro di lancette, si trova costretto a rivedere i suoi piani tattici dopo lo 0-1. La reazione si vede nei primissimi minuti grazie a un tiro centrale di Lopez, ma sono ancora i gialloverdi a dimostrarsi più pericolosi e precisi nella metà campo brindisina. Al Brindisi manca precisione e brillantezza ma prova a reagire alzando il pressing sulla linea mediana, mentre il Lavello continua ad attaccare cercando il raddoppio. Nel finale della prima frazione arriva l’uno-due devastante che fa esplodere il Fanuzzi: al minuto trentacinque arriva il pareggio grazie a un euro gol di Badje che riceve spalle alla porta dopo un velo di Lopez, riesce a girarsi e dalla distanza tira in porta con un missile che si insacca sotto il sette, proprio dove l’esperto Chironi non può nulla. L’1-1 di pregevolissima fattura galvanizza il Brindisi che dopo due minuti ribalta il risultato: l’asse Lopez-Badje funziona alla perfezione ma questa volta a parti invertite, con il gambiano assist-man per lo straordinario inserimento del numero ventisette che si presenta a tu per tu col portiere e gonfia la rete con una conclusione chirurgica che gonfia la rete. Brindisi 2, Lavello 1.
Nel secondo tempo il Lavello prova a reagire anche mettendo mano alla panchina, con il tecnico De Angelis che in avvio sostituisce Dominguez con Marcellino. Il Brindisi, dal canto suo, prova invece ad agire di contropiede innescando la velocità e la tecnica dei suoi due attaccanti. Nell’ultimo quarto d’ora mister Di Costanzo prova a serrare le fila sostituendo lo stremato Colaci con Majore e inserendo un difensore in più, Moi, richiamando in panchina Zappacosta. Durante la girandola di cambi, il direttore di gara (il signor Andrea Zambetti di Lovere) estrae un cartellino rosso all’indirizzo dell’attaccante Outtara, appena sostituito, reo di aver rivolto un brutto gesto nei confronti della tribuna brindisina. Nei 7 minuti di recupero succede di tutto e il clima diventa incandescente: il Lavello colpisce una traversa con Marrale e, poco più tardi, Badje colpisce in contropiede per il definitivo 3-1. Grandi polemiche nel finale con un espulsione per Moi dopo un colpo a gioco fermo contro un avversario. Al triplice fischio, dopo un accenno di rissa, arriva comunque la festa finale di tutta la squadra sempre più vicina all’obiettivo salvezza. Nell’attesa della matematica, testa a domenica per la trasferta contro la già promossa Cerignola.
Antonio Solazzo

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning