CALCIO – IL BRINDISI NON VA OLTRE IL PARI CON L’ALTAMURA

Termina in parità il rocambolesco match tra Brindisi e Altamura valido per l’undicesimo turno del girone H del campionato di Serie D: al “Demitri” di Maruggio (campo neutro per l’inagibilità il Fanuzzi inagibile per i lavori di rifacimento del manto erboso) finisce 2-2, con i padroni di casa due volte in vantaggio e recuperati dalla doppietta di Tedesco che strozza le speranze del Brindisi della prima vittoria stagionale. Si tratta del secondo risultato utile consecutivo per la formazione biancazzurra che, dopo lo 0-0 di Casarano in cui avrebbe meritato di più, rimedia un altro pareggio che sta stretto sia per quanto fatto vedere sul rettangolo di gioco sia per la posizione di classifica che continua a essere più che critica. L’ultimo posto con tre punti suona sempre più come una sentenza, ma i risultati arrivati dagli altri campi (con la sconfitta del Matino e il pareggio del San Giorgio) consentono di tenere vive le speranze di rimonta soprattutto per i grandi passi avanti che il Brindisi ha dimostrato nell’ultimo mese.
Mister Di Costanzo mischia le carte e opta per un ritorno al 4-4-2 complice anche l’assenza dell’infortunato Zappacosta: Cervellera tra i pali, linea difensiva a quattro composta da Falivene e Romano che agiscono da terzini con Moi e Spinelli al centro a completare la retroguardia. Galdean inamovibile a centrocampo nonostante il penalty fallito a Casarano fa coppia con Esposito al centro mentre le novità si vedono sulle fasce dove per l’occasione agiscono Silvestro e Badje (al rientro dal primo minuto dopo la squalifica). In attacco la coppia croata composta da Kordic e Bubalo per provare a dare peso al reparto. Sono “solo” cinque gli under in campo dal primo minuto, ennesimo segnale di rivoluzione rispetto alla linea promossa in estate e portata avanti nella prima parte di stagione: la formazione resta comunque giovane ma, grazie all’esperienza portata dai nuovi arrivi e dal lavoro del nuovo tecnico, si iniziano a vedere i primi miglioramenti (prima del pareggio di Casarano, la squadra aveva fatto bene contro il Fasano peccando di incisività e regalando il gol vittoria agli ospiti sull’unica disattenzione del match su palla inattiva).
Il Brindisi passa in vantaggio intorno allo scadere del primo tempo con Kordic che riceve un bel cross da sinistra e colpisce in scivolata superando Giuliani. Le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 1-0, ma il vantaggio brindisino dura fino a venti dalla fine quando Tedesco pareggia i conti e pareggia la partita. L’Altamura continua a crederci e sfiora il vantaggio, ma dopo essersi affacciata dalle parti di Cervellera è il Brindisi a siglare il gol del nuovo sorpasso: Badje arriva sul secondo palo deviano in porta un pallone lungo messo da Kordic sugli sviluppi di una rimessa laterale. Il 2-1 però è solo un’illusione perché due minuti più tardi Tedesco si inventa un bellissimo gol con un tiro a giro da fuori area e fissa il punteggio sul definitivo 2-2. Nel finale sono gli ospiti a provarci di più, ma al triplice fischio arbitrale le due squadre si spartiscono la posta in palio e tornano a casa con un punto a testa. Domenica prossima gara complicatissima per il Brindisi, impegnato in trasferta contro un Gravina che, forte della vittoria di oggi sul campo della Mariglianese per 1-2, prova a impensierire le squadre di vertice lottando per un piazzamento nei play-off. Sempre a caccia della prima vittoria, gli uomini di Di Costanzo dovranno ripartire da quanto di buono visto oggi e provare a reggere per tutto l’arco dei 90 minuti. Per la fine del mese, poi, il Brindisi conta di tornare nella propria casa: in vista della sfida con il Bisceglie del 28 novembre, infatti, la società conta di terminare i lavori al terreno di gioco dello stadio Fanuzzi.
Antonio Solazzo

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning