CALCIO – IL BRINDISI TRAVOLTO IN CASA DAL CERIGNOLA

Non c’è storia al Fanuzzi tra Brindisi e Cerignola. Termina con un netto 0-4 il primo match dell’anno della formazione biancazzurra, un risultato senza appello che evidenzia l’enorme divario tra le due squadre: con i tre punti conquistati oggi, l’Audace si prende il primo posto in classifica alimentando le sue speranze di promozione, mentre il Brindisi esce ulteriormente ridimensionato nonostante i tanti rinforzi arrivati nelle ultime settimane.
Mister Di Costanzo sorprende tutti con un 4-4-2 con Cervellera tra i pali, centrali di difesa Moi e Alfano con Spinelli a sinistra con Falivene a destra; Galdean e Zappacosta sono i due interni di centrocampo, mentre Silvestro e Di Giulio agiscono sugli esterni a supporto degli attaccanti Triarico e Trovè. Solo panchina per i nuovi arrivati Meneses e Lopez.
Pronti via e il Cerignola è già in vantaggio: ingenuità di Alfano che stende Botta in area di rigore concedendo il penalty alla formazione ospite. Dagli undici metri Malcore non sbaglia e fa 1-0. Il Brindisi subisce il contraccolpo e non riesce a entrare in partita complici troppi errori in fase di impostazione. Maltese crossa dalla sinistra per Botta che, lasciato colpevolmente solo al centro dell’area di rigore, buca Cervellera e trova il raddoppio. La reazione dei padroni di casa arriva pochi minuti più tardi ed è affidata al tiro di Zappcosta deviato sul palo dall’estremo difensore avversario. Pochi minuti più tardi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ci prova Silvestro ma il suo tiro si spegne fuori a pochi centimetri dalla porta. A metà tempo il Brindisi perde Moi per infortunio e il tecnico è costretto a ridisegnare la squadra con l’ingresso di Semeraro che si posiziona a sinistra spostando Spinelli al centro.
Nel secondo tempo Di Costanzo prova a cambiare le carte in tavola con l’inserimento di Meneses (al debutto) per Trovè, ma la trama della partita resta la stessa e il Cerignola trova la terza rete dopo otto minuti con Malcore, servito perfettamente da Achik. I gialloblu non spingono troppo e si limitano a gestire il netto vantaggio: Meneses, servito bene dalla sinistra da Triarico, prova uno squillo ma il suo tiro termina a lato. Qualche minuto più tardi è ancora l’ex attaccante del Matino a creare una occasione, ma al termine di una bella azione il portiere respinge la conclusione e Rekik, sulla ribattuta, si fa murare in calcio d’angolo. C’è tempo per il gol della tripletta di Malcore che recupera un pallone in zona offensiva e realizza il gol dello 0-4. Nel finale spazio anche per l’esordio stagionale di Lopez. Il Brindisi ora ha bisogno di ricaricare le batterie e trovare la giusta condizione per lo scontro diretto di domenica in casa contro il Matino.
Antonio Solazzo

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning