CALCIO – TANTI APPLAUSI PER IL BRINDISI. BATTUTO IL BITONTO PER 4 a 1

Goleada, punteggio pieno e tanti, tanti applausi. Termina 4-1 il match del Fanuzzi tra Brindisi e Bitonto, valido per la seconda giornata del campionato di Serie D, girone H: la squadra biancazzurra regala sprazzi di grande calcio (nonostante un terreno di gioco in pessime condizioni), vince l’esordio casalingo e fa due su due. È sontuosa prestazione del Brindisi che, trascinato dalle giocate di D’Anna e dalla doppietta di Santoro, annichilisce gli ospiti con un secondo tempo quasi da dieci in pagella.
Mister Danucci conferma il 4-2-3-1 visto nella vittoria esterna contro il Francavilla in Sinni: Vismara in porta, Sirri e Baldan al centro della difesa ed Esposito e Valenti sugli esterni, Zampa e Cancelli interni di centrocampo con D’Anna, Dammacco e Palumbo sulla trequarti alle spalle dell’unica punta Santoro. Parte fortissima la formazione di casa che, nei primi cinque minuti, reclama un calcio di rigore per un presunto tocco di mano e sfiora il vantaggio con Dammacco che conclude a botta sicura dopo una devastante percussione sull’esterno di D’Anna, ma il pallone si termina a lato. L’appuntamento con il gol, però, è solo rimandato di pochi istanti perché sempre Dammacco riceve in area di rigore, mette a sedere la difesa avversaria e conclude forte in porta per l’1-0 che fa esplodere il Fanuzzi. La reazione del Bitonto non si fa attendere e al minuto diciannove arriva il pari: disattenzione difensiva del Brindisi, cross morbido all’interno dell’area biancazzurra dove sbuca indisturbato l’ex Loris Palazzo che, lasciato solo, trasforma con un preciso colpo di testa. Il Brindisi reagisce e si rende pericoloso pochi minuti più tardi provando a sfondare sulla corsia di sinistra, ma il tiro a giro di Dammacco termina alto. Al minuto ventisette ottimo recupero a centrocampo di Cancelli che serve Zampa ma il suo tentativo dalla lunga distanza è centrale e non impegna particolarmente Figliola. Quattro minuti più tardi gol annullato al Brindisi: D’Anna si scatena sulla sinistra, si accentra, il pallone si impenna per Santoro che controlla in grande stile e realizza con un forte tiro al volo, ma la sua esultanza è strozzata dalla bandierina alta dell’assistente. Al trentaseiesimo è ancora una posizione di fuorigioco a bloccare l’esultanza di Santoro e di tutto il Fanuzzi: in poco più di di mezz’ora sono due le reti annullate ai biancazzurri. Al minuto quarantuno bella triangolazione tra Palazzo e Maffei ma il tiro del numero sette bitontino è debole e non impensierisce un attento Vismara. Nella ripresa non cambia la trama e il Brindisi torna in vantaggio al minuto numero sette: bella ripartenza dal basso per i padroni di casa che lanciano in porta il solito D’Anna che, uno contro uno con il difensore ospite, vince un rimpallo su cui si fionda Santoro che ringrazia, salta l’estremo difensore ospite Figliola e fa 2-1. Dopo due reti annullate, il numero trentadue biancazzurro riesce a iscriversi al tabellino dei marcatori per ben due volte: al minuto diciotto D’Anna crossa dalla sinistra per Palumbo che di testa rimette il pallone in mezzo proprio per Santoro che prima tira sul difensore e poi, sul secondo tentativo, lascia pietrificato Figliola con un forte destro che gonfia la rete. Brindisi 3, Bitonto 1. Al ventiduesimo Danucci richiama in panchina uno dei migliori in campo di giornata, il capitano D’Anna, per inserire Matteo Di Piazza: l’ex attaccante di Lecce e Catania ci mette solo cinque minuti per bagnare il suo esordio casalingo con gol. Servito perfettamente da Santoro, infatti, il neo entrato realizza il definitivo 4-1 con un tocco morbido che manda in estasi gli oltre mille spettatori. Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio e l’ovazione del Fanuzzi per un bel Brindisi che vince, convince e raggiunge quota sei punti in classifica. Domenica prossima impegno esterno contro il Gravina, ultima uscita prima del derby contro il Casarano (in attesa di conoscere la data precisa di questo big match che si preannuncia già infuocato).
Antonio Solazzo

(la foto di copertina è di Gianni Di Campi)

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning