CASA. FORZA ITALIA: “BENE FONDAMENTALE, A LAVORO PER RIDURRE I COSTI A CARICO DEI CITTADINI E MODERNIZZARE L’INDOTTO”

Nota del commissario regionale di Forza Italia, l’on Mauro D’Attis, e del vice commissario, il sen Dario Damiani.
“La casa è un bene fondamentale, una fonte di serenità e stabilità per le famiglie ed è per questo che Forza Italia, da sempre, si batte per eliminare ogni forma di aggravio e ingerenza da parte dello Stato, come è stato per l’abolizione dell’Imu sulla prima casa, fortemente voluta dal nostro presidente e approvata durante il governo Berlusconi. Oggi, bisogna accendere di nuovo i riflettori per adottare nuove misure che siano aderenti alle esigenze della popolazione. In primis, bisogna rendere strutturale il bonus per l’acquisto da parte degli under 36 e il bonus affitti per i giovani. Si tratta di un intervento importantissimo a cui teniamo particolarmente, ma non solo. C’è il tema centrale delle tasse: dobbiamo lavorare per la riduzione della pressione fiscale immobiliare, prevedendo la deducibilità dell’Imu anche per le persone fisiche e le abitazioni. E ancora: eliminazione dell’Imu nel caso di immobili inagibili o inabitabili e riformare la legge sulle locazioni per agevolare il reintegro nel possesso dell’immobile in caso di morosità o finita locazione. Sono solo alcune delle questioni su cui verterà il nostro impegno subito dopo le elezioni, ma non è tutto: la casa è un bene quasi vitale per le persone, ma attorno ad essa ruota un indotto e migliaia di lavoratori e professionisti che chiedono attenzione alla politica. A partire dalla categoria degli agenti immobiliari, che sono tra i principali protagonisti del mercato immobiliare e che hanno formulato richieste ragionevoli e condivisibili per poter operare al meglio nel loro lavoro. Chiedono nuove norme per l’accesso alla loro professione e corsi formativi obbligatori, il riconoscimento ministeriale della compatibilità della loro attività con quella dell’amministratore di condominio e con quella di gestione delle locazioni ordinarie e turistiche. Inoltre, chiedono di poter accedere agli atti degli enti locali entro termini più brevi per migliorare la qualità del loro servizio e di consentire la detrazione, a favore di entrambi i contraenti-clienti, del compenso pagato all’agente. Sono tutte proposte meritevoli di essere sostenute e noi ci impegneremo in questa direzione che porterà non solo a snellire costi e procedure per i cittadini, ma anche a modernizzare il mercato e le professioni coinvolte”.

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning