“DRAGAGGI E GESTIONE DEI SEDIMENTI MARINI COSTIERI” – SE NE PARLERA’ A BRINDISI IL 13 OTTOBRE

A.I.A.S. (Associazione italiana ambiente e sicurezza) coordinamento regionale A.I.A.S. Puglia in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale ha organizzato a Brindisi per il 13 ottobre p.v. un convegno dal titolo “Dragaggi e gestione dei sedimenti marino costieri”. L’evento si svolgerà presso il salone dell’Autorità Portuale di Brindisi, con inizio lavori alle ore 15:00.

A.I.A.S. porta a Brindisi l’eccellenza del diritto ambientale nazionale ed internazionale. Interverranno all’incontro per illustrare la normativa e analizzare tecniche e procedure di gestione: l’avv.to Federico Peres, managing partner del prestigioso studio legale Butti & Partners di Verona, è professore a contratto di diritto dell’ambiente presso l’Università di Padova nonché docente in corsi post-universitari organizzati dalle Università di Roma, Milano, Padova e Venezia, socio A.I.A.S.. Dott. Sergio Cappucci, laureato in Scienze della Terra, ha conseguito il PhD a Southampton, premiato dall’accademia dei Lincei per gli studi interdisciplinari svolti sulla Laguna di Venezia. Il dott. Cappucci è ricercatore ISPRA, esperto presso il Ministero dell’Ambiente e professore a contratto presso diversi atenei e valutatore di progetti per Ministeri, Regioni. In ENEA, dal 2008, si occupa di sostenibilità di interventi sul territorio e riqualificazione ambientale. Dott. David Pellegrini, primo ricercatore presso ISPRA, responsabile della sezione sperimentale per la valutazione del rischio ecologico in aree marino costiere; autore di importanti pubblicazioni scientifiche per riviste internazionali, direttore ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale). Mr Philip Spadaro,vicepresidente di TIG Environmental con sede a Bedminster New Jersey Stati Uniti, scienziato, Spadaro è uno dei maggiori esperti internazionali nella riqualificazione urbana e industriale del lungomare, nella pulizia dei sedimenti e negli effetti ambientali del dragaggio. Dott. Giuseppe Bortone, ricopre il ruolo di direttore generale di ARPA Emilia-Romagna. Dott. Nicola Emanuele Ungaro è dirigente ambientale presso ARPA Puglia, ricopre nella stessa Agenzia l’incarico di Direttore dell’Unità Operativa Complessa “Ambienti Naturali”, esercitando anche le funzioni di responsabile per l’Unità Operativa Semplice “Biologia Mare e Coste” nonché di responsabile per la struttura regionale denominata “Centro Regionale Mare”. Porteranno i saluti per A.I.A.S., l’ing. Francesco Santi, presidente dell’associazione e il Prof. Ugo Patroni Griffi, presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale. Modera l’incontro l’avvocato Simona Maniscalco, componente della rete giuridica A.I.A.S.

L’incontro è aperto a tutti, ed offre l’occasione di un confronto specialistico sul tema del dragaggio dei fondali marino costieri, raffrontando la disciplina e la tecnica nazionale con esperienze internazionali che saranno illustrate dal dott. Spadaro, in collegamento dagli Stati Uniti. Potrà rappresentare un momento di approfondimento e di sintesi su un tema di attualità per i porti in ambito nazionale e soprattutto per il porto di Brindisi.

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning