ESERCITAZIONI ANTINCENDIO NEI PORTI DI BRINDISI, TORRE CANNE DI FASANO E VILLANOVA COORDINATE DALLA CAPITANERIA DI PORTO

ESERCITAZIONI ANTINCENDIO NEI PORTI DI BRINDISI, TORRE CANNE
DI FASANO E VILLANOVA DI OSTUNI COORDINATE DALLA
CAPITANERIA DI PORTO
Si sono svolte nei porti di Brindisi, Torre Canne di Fasano e Villanova di Ostuni,
rientranti nella giurisdizione del Compartimento Marittimo di Brindisi, delle
esercitazioni antincendio finalizzate a testare il livello di prontezza operativa di tutti i
soggetti che, per il proprio ambito di competenza, sono chiamati a fronteggiare tali
situazioni di emergenza portuale.
Per quanto riguarda il porto di Brindisi, sotto il coordinamento della Sala Operativa
della Capitaneria di Porto di Brindisi, è stato simulato un incendio a bordo della
motonave di tipo Ro/Ro denominata “EXCELLENT”, battente bandiera maltese,
ormeggiata presso la banchina prolungamento nuovo sporgente di Costa Morena.
In particolare, a seguito di una chiamata di emergenza da parte del Comando di
bordo, la Sala Operativa ha richiesto l’intervento immediato dei Vigili del Fuoco e di
un rimorchiatore portuale allo scopo di intervenire per le operazioni di spegnimento,
nonché degli altri servizi tecnico-nautici (ormeggiatori e piloti) per fronteggiare
l’eventualità che il propagarsi dell’incendio rendesse necessario il disormeggio
immediato della nave e l’allontanamento dal porto.
Le operazioni, cui ha preso parte altresì la motovedetta della Guardia Costiera
CP844 per garantire la necessaria cornice di sicurezza in mare, sono state condotte
nel rispetto delle procedure previste nel Piano Operativo Antincendio adottato dal
Comandante del porto ed hanno avuto una durata di circa quaranta minuti.
A similitudine di quanto avvenuto nel porto di Brindisi, anche nei porti di Torre
Canne di Fasano e Villanova di Ostuni sono state svolte esercitazioni antincendio,
l’ultima delle quali tenutasi nella mattinata di oggi 16 dicembre 2021, effettuate
entrambe su motobarche da pesca, le quali hanno avuto anch’esse buon esito
consentendo così di accertare l’ottimo livello di cooperazione e sinergia tra i diversi
soggetti istituzionali e privati intervenuti.

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning