GIORNATA DELL’INFERMIERE – UNA NOTA DI FACECCHIA (UIL-FPL)

Come ogni anno, il 12 maggio, si celebra la Giornata Internazionale dell’Infermiere, nata per valorizzare il prezioso contributo di questa professione nella società, nella data in cui si ricorda la nascita del luminoso esempio di  Florence Nightingale, fondatrice delle Scienze infermieristiche moderne.

È l’occasione questa in cui gli infermieri “escono” dal loro abituale posto di lavoro per dar voce alla loro quotidianità, fatta di fatiche, ma anche di grandi soddisfazioni. Se volessimo velocemente ripercorrere le tappe storiche di queste professione, ci si accorge dell’evoluzione che l’ha caratterizzata. Essere infermieri, ieri come oggi è donarsi, dopo seria e attenta preparazione, alla cura della persona. Si conoscono le difficoltà che perdurano circa il comparto: il rinnovo del contratto, la carenza di personale, le stabilizzazioni, il dovuto riconoscimento delle competenze. Per questo oggi, come UIL FPL, mi sento di dire con maggiore forza e convinzione che ci impegneremo ancora di più affinché coloro che sono tanto preziosi nell’assistenza verso gli ammalati, siano tutelati, valorizzati, aiutati nei loro diritti lavorativi. Indiscussa è la riposta positiva che i cittadini tributano a loro, non solo per l’esempio dato durante la Pandemia, ma sempre. Mi permetto di dire che quando un infermiere svolge il suo lavoro con competenza, professionalità, buona volontà e capacità empatica, aggiungendo a queste, doti umani come la pazienza, la dolcezza e l’ascolto ha veramente realizzato il sogno di essere utile. Diventa arricchente per egli stesso e consolante per l’ammalato. L’augurio di oggi va dunque a tutti coloro che nel nostro territorio quotidianamente collaborano con il loro lavoro nel rendere migliore la sanità. Tanti sono i giovani che hanno deciso di investire in questa professione, accedendo ai corsi di laurea dedicati. È doveroso ricordare che proprio a Brindisi, il Polo universitario è una realtà viva che va sostenuta.

Il futuro prossimo, sono certo, vedrà riconosciuta pienamente anche “l’autonomia” professionale degli infermieri, che vedremo impegnati ancora di più è meglio, in collaborazione con i Medici, nel rendere funzionale ed efficace la dimensione sanitaria.  Auguri a tutti voi!

Gianluca Facecchia

Segretario Generale UIL FPL – Brindisi  

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning