LA MORTE DEL PAPA – UNA RIFLESSIONE DEL COMANDANTE NIGRO

La morte di Papa Benedetto XVI è motivo di riflessione anche per la comunità brindisina che ha ricevuto l’ onore , e per i fedeli il grande gesto d’amore cristiano , di una visita durata ben due giorni nel giugno 2008 .
Gli organi di stampa locali e non oggi ne evidenziano la portata storica per la città; certamente le emozioni sollecitano il ricordo e la trepidazione che caratterizzò la presenza di Sua Santità in un momento in cui anche i fedeli della provincia, della regione e di buona parte del sud Italia si strinsero a Lui in città.
Tutto questo è ai più , brindisini e non , noto .
Ciò che ricordo e suscita emozione personale ma , ritengo da condividere , è l ‘intensa ed attenta azione posta in essere per la migliore riuscita dell’evento dalle Autorità di Pubblica Sicurezza e Locali tutte ovvero ed in particolare dal Comune di Brindisi unitamente a tutte le Associazioni di categoria presenti ed alla Autorità Portuale oggi Adsp , sin da quasi due mesi prima della data comunicata dalla Curia Arcivescovile .
Si assistette ad un crescendo di interesse partecipativo finalizzato a rendere inclusivo al massimo il pensiero della accoglienza ( peraltro noto ai brindisini ) . Ma l’ accoglienza del Santo Padre rese i massimi rappresentanti istituzionali a tutti i livelli coesi e convinti dell ‘ importante evento che come accennato si sviluppo’ in due giorni intensi e logisticamente articolati e complessi proiettando la città anche sulle TV di tutto il mondo .
Ricordo lo spirito partecipativo posto in essere da chiunque svolgesse un ruolo – diretto od indiretto – nel protocollo dell’organizzazione degli eventi e di come le parrocchie abbiano supportato le varie manifestazioni propedeutiche alla manifestazione della preghiera collettiva Cristiana .
Ricordo l’ interesse delle Associazioni , tutte datoriali e dei lavoratori, affinché al Santo Padre fosse riservata l’accoglienza più qualificata anche per il tramite di simboli .
Ricordo la “spianata” portuale ed i percorsi cittadini porto – areoporto- centro storico pullulare di gente e fedeli con gli sguardi felici . Un tripudio di felicità uniya dalla fede e dall’apprezzamento nel segno identitario di una comunità stretta al massimo rappresentante terreno della chiesa di Cristo.
Certamente un momento da elevare ad esempio nel simbolo identitario, sottolineo ove opportuno e necessario , a volte trascurato o posto in penombra per ragioni “non sempre note” nel mentre il tempo scorre .
Veloce .

Avv . Teodoro Nigro

( già Dirigente Comandante della Polizia Locale – città di Brindisi ) .

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning