ROMA (MOVIMENTO REGIONE SALENTO): I LICENZIAMENTI DELLA DCM IMPONGONO UN CLIMA DI DIALOGO ISTITUZIONALE

La notizia relativa all’avvio delle procedure di licenziamento per 81 lavoratori dell’azienda aeronautica DCM non ha colto di sorpresa nessuno perché si conoscevano da tempo le intenzioni della società.

E’ evidente, però, che ci si trova di fronte ad un gesto di inaudita gravità perché si aggiunge un altro tassello alla drammatica situazione occupazionale della città di Brindisi.

Con 81 famiglie che vedono a rischio il loro futuro, al pari di tante altre che vivono lo stesso dramma, non si può continuare a tergiversare.

Brindisi deve ritrovare, insomma, la strada del dialogo istituzionale per avere più forza nei confronti dell’azienda, così come della Regione Puglia e del Governo nazionale.

Assistiamo, invece, anche in questa occasione, ad una iniziativa isolata del sindaco Rossi il quale pare aver dimenticato cosa significa la parola “condivisione” e si rifugia dietro l’ennesimo intervento del Prefetto per far cambiare idea alla DCM. Cosa che, purtroppo, sappiamo bene tutti che difficilmente potrà avvenire.

E’ giunto il momento, pertanto, di avviare una vertenza occupazionale complessiva del territorio brindisino, scendendo tutti in piazza con in testa il sindaco e tutte le rappresentanze parlamentari, regionali e delle forze politiche, imprenditoriali e sindacali.

La misura è colma ed è giusto che a Bari come a Roma lo sappiano tutti.

Pino Roma – coordinatore cittadino del Movimento Regione Salento

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

what you need to know

in your inbox every morning